Lunedì, 12 Aprile 2021
Roma

Cucine da incubo a Roma: chiuso un ristorante con blatte a volontà ed escrementi di topo

Dopo il controllo straordinario, gli ispettori dell’A.S.L. Roma 2 non hanno avuto altra scelta che proporre la chiusura del locale. Multa di 1.500 euro al titolare

Un ristorante nei guai (e bisognoso di una pulizia radicale): chiesta la chiusura per un locale a San Paolo, un quartiere di Roma.

Il controllo straordinario è stato eseguito dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Colombo, insieme a due ispettori della A.S.L. Roma 2 Servizio Igiene Alimenti Nutrizione. Nel ristorante cinese sono state riscontrate irregolarità "per quanto attiene la presenza di prodotti alimentari conservati in frigoriferi, sia di origine animale che ittici, privi della tracciabilità, dell'etichettatura e della data di confezionamento", si legge in una nota della questura.

In tutto 62 chili di merce sono stati sequestrati in attesa della distruzione, per il titolare è scattata una multa di 1500 euro.

Le condizioni igienico sanitarie del locale vengono definite "pessime": è stata riscontrata anche la presenza di numerose blatte morte ed escrementi di topo nel deposito sito al piano interrato. Gli ispettori dell’A.S.L. Roma 2 non hanno avuto altra scelta che proporre la chiusura del locale.

Pensano di mangiare bietola, invece nel piatto c'è mandragora: intossicate

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucine da incubo a Roma: chiuso un ristorante con blatte a volontà ed escrementi di topo

Today è in caricamento