rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Napoli

Muore schiacciato tra il vano ascensore e il pavimento

La tragedia a Giugliano (Napoli). La vittima, Ciro Lotito, aveva 38 anni

Ciro Lotito, 38 anni, ha perso la vita in circostanze tragiche: è morto dopo essere rimasto schiacciato dall'ascensore del palazzo in cui abitava, a Giugliano in provincia di Napoli. I fatti si sarebbero verificati alla vigilia di Natale.

Morto Ciro Lotito: schiacciato e ucciso dall'ascensore alla vigilia di Natale

L'uomo, secondo una prima ricostruzione, sarebbe rimasto bloccato nella cabina dell'ascensore. Nel tentativo di aprire le porte per uscire, il motore si sarebbe rimesso in funzione schiacciandolo tra il vano ascensore e il pavimento. Soccorso, il 38enne ha perso la vita alcune ore dopo esser stato trasportato all'ospedale San Giuliano di Giugliano.

Una tragedia simile è avvenuta pochi giorni fa nella casa di cura Eremo ad Arco, in provincia di Trento, dove un giovane è morto dopo essere stato schiacciato dal contrappeso dell'ascensore. È quanto ipotizzato dagli inquirenti sulla morte di un trentenne, titolare d'impresa, che ha perso la vita mentre era impegnato in alcuni lavori di manutenzione dell'ascensore di un edificio. La tragedia è avvenuta martedì sera. L'uomo, un cittadino romeno residente a Roma ma domiciliato con la famiglia a Bolzano, aveva preso in subappalto il lavoro da un'altra azienda che si occupa di ascensori. Sul caso indaga la Uopsal (Unità operativa prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro) insieme alla polizia di Riva del Garda.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore schiacciato tra il vano ascensore e il pavimento

Today è in caricamento