rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Città Bari

Profugo nascosto (e scoperto) nel cruscotto dell'auto

Un giovane cittadino afghano era nascosto in un piccolo spazio ricavato nel cruscotto di una Passat. Scoperto al porto di Bari: l'auto veniva dalla Grecia

BARI - Di nascondigli per clandestini ne abbiamo sentiti a bizzeffe: sotto grossi tir, nei bagagliai delle automobili, tra le merci trasportate dai camion. Chi tenta di fuggire dal proprio paese in cerca di condizioni di vita migliori, le prova veramente tutte per non essere scovato nei territori di frontiera o di sbarco.

Il nascondiglio scelto da un giovane profugo afghano per arrivare a Bari nel giorno di Pasqua ha però dell'incredibile: il ragazzo era nascosto con il corpo in un piccolo vano ricavato nel cruscotto di una Volkswagen Passat (con guida all'inglese). I piedi, invece, erano poggiati sul pianale dell'abitacolo dal lato del passeggero, nascosti da un giubbotto.

Ad accorgersi della presenza dell'uomo sono stati gli agenti della polizia di frontiera e i militari della guardia di finanza durante un controllo sulle auto appena sbarcate da un traghetto proveniente dalla Grecia.

Ad insospettire i militari è stato il nervosismo mostrato dal conducente dell'auto, un cittadino britannico di origini afghane, poi arrestato con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, aggravata dalle condizioni disumane in cui il clandestino è stato costretto a viaggiare. Il giovane immigrato è stato invece imbarcato su un traghetto diretto in Grecia per il rimpatrio. (da BariToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profugo nascosto (e scoperto) nel cruscotto dell'auto

Today è in caricamento