Sabato, 17 Aprile 2021
Roma

Picchia la vicina con una mazza da baseball: poliziotto arrestato

L'aggressione è avvenuta nel giardino condominiale di un comprensorio di Castel di Leva, a Roma. La donna è ricoverata in ospedale con fratture al cranio e alle costole

ROMA - Un poliziotto libero dal servizio è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio perché ritenuto colpevole di aver pestato una vicina di casa con una mazza da baseball.

I fatti, come racconta RomaToday, risalgono a domenica scorsa. La vittima, Claudia Ursini, ha segnalato al 113 e al 118 di essere stata aggredita e percossa ripetutamente con la mazza da baseball e poi presa a calci nel giardino condominiale del comprensorio dove abita, nella zona di Castel di Leva, indicando come responsabile un poliziotto residente nello stesso condominio. La vittima è stata trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale Sant'Eugenio, dove è attualmente ricoverata per fratture al cranio e alle costole. L'indagato, sospeso dal servizio, è stato arrestato per tentato omicidio.

LA LETTERA ALLA BOLDRINI - Il pestaggio era stato reso pubblico da Ilaria Cucchi, nel blog che cura sull'Huffington Post con una lettera aperta al presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini. Un fatto denunciato con la pubblicazione delle foto della vittima, immortalata con i segni del pestaggio nel letto d'ospedale. Questo il testo completo datato 13 ottobre: "Cara presidente della Camera dei Deputati On. Laura Boldrini. Questa donna si chiama Claudia Ursini. Mi ha chiesto aiuto. Dice di essere stata aggredita da un uomo che l'ha colpita violentemente e numerose volte con una mazza da baseball. Pubblico queste fotografie su richiesta di Claudia".

"Le guardi, presidente - scrive ancora Ilaria Cucchi sul suo blog - Non crede che questo sia a tutti gli effetti un atto di efferata e folle violenza che in qualsiasi altra situazione sarebbe giustamente qualificato come tentato femminicidio? Mi rivolgo a lei da donna a donna. Come un uomo può arrivare a tanto? Claudia ha accusato quest'uomo e lo ha identificato essere un poliziotto. Così Claudia mi riferisce. Queste fotografie parlano chiaro. Se Claudia avesse identificato un immigrato, o uno straniero o comunque una persona normale, questa sarebbe già stata arrestata.

"NON TI VERGOGNI?" - "Ma, al di là di questo, io vorrei chiedere a quest'uomo: "Come hai potuto fare questo? Come hai potuto arrivare a tanto? E, se risulterà vero quel che Claudia dice, come potrai portare ancora quella divisa, simbolo di tutela e protezione e garanzia di tutti i cittadini? Non ti vergogni?". Questo, cara presidente, gli chiederei, e a Lei chiedo di continuare ad essere quello che è: sensibile e attiva contro ogni violenza da chiunque commessa, contro le donne e contro gli ultimi che, come Lei ben sa, per ragioni personali mi stanno particolarmente a cuore. Sua, Ilaria Cucchi". (da RomaToday)

Claudia Ursini 1-2-2

Continua a leggere su Today.it

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la vicina con una mazza da baseball: poliziotto arrestato

Today è in caricamento