Lunedì, 10 Maggio 2021
Milano

Disabili maltrattati in comunità: punizioni corporali, vessazioni e violenze subite per anni

Il blitz dei carabinieri in una struttura a Cesate (Milano). Sette le misure cautelari, i due gestori sono finiti agli arresti domiciliari

Un incubo durato almeno quattro anni, sottoposti a continue vessazioni, punizioni corporali, violenze fisiche e psicologiche. Questo, secondo le accuse, ciò che succedeva in una comunità di accoglienza di Cesate (Milano), che dava alloggio nove disabili psichici gravi.

Le indagini dei carabinieri di Busto Arsizio (Varese), coordinati dalla Procura di Milano, hanno accertato che le vessazioni e le violenze sono iniziate nel 2017 e gli ospiti, nove adulti con disabilità psichiche accertate, venivano ripetutamente maltrattati da chi doveva fornire loro assistenza.

I disabili maltrattati in un comunità a Cesate (Milano)

Sette persone sono state sottoposte a misura cautelare con l’accusa di maltrattamenti e violenze ai danni dei nove pazienti della struttura. I due gestori sono stati arrestati e posti ai domiciliari, due dei cinque operatori che lavoravano all’interno della struttura sono stati sottoposti all’obbligo di dimora nel comune di residenza e per gli altri tre è scattata la sospensione per sei mesi dell’attività di educatore socio assistenziale.

 Le vittime sono state tutte rapidamente ricollocate dai carabinieri, con l'ausilio dell'Ats, in una struttura idonea, dove riceveranno la dovuta assistenza.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabili maltrattati in comunità: punizioni corporali, vessazioni e violenze subite per anni

Today è in caricamento