rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Città Catania

Uccise la figlia 12enne mentre dormiva: ergastolo per Roberto Russo

E' questa la sentenza della Corte d'assise etnea per l'omicidio di Laura Russo. La tragedia due anni fa a San Giovanni La Punta (Catania)

E' stato condannato all'ergastolo Roberto Russo, l'uomo che nell'agosto del 2014 accoltellò le figlie mentre dormivano, uccidendo la minore Laura e ferendo gravemente Marika, la maggiore. La condanna della prima sezione della Corte d'Assise del tribunale di Catania è arrivata dopo tre ore di camera di consiglio e tanta attesa da parte della madre Giovanna Zizzo che in questi anni, senza sosta, ha condotto una dura battaglia per ottenere giustizia.

La vendetta e l'aggressione alle figlie

In piena crisi con la moglie che aveva deciso di lasciarlo per un tradimento, Russo la mattina del 22 agosto ha scelto di vendicarsi e di accoltellare le due figlie che dormivano con lui nel letto matrimoniale. La madre, Giovanna Zizzo, quella notte l'aveva trascorsa invece a casa dei propri genitori. L'uomo ha colpito le due ragazzine di 12 e 14 anni nel sonno, per poi ferirsi all'addome. A disarmarlo sono stati i due figli maschi Andrea e Emanuele che hanno poi chiamato un'ambulanza. Quando nell'abitazione di San Giovanni La Punta è arrivato il personale del 118, la piccola Laura respirava ancora, ma la 12enne poi è deceduta nella corsa verso l'ospedale Cannizzaro. Marika invece, in coma per giorni a causa di una grave emorragia, si è risvegliata proprio il giorno del funerale della sorella minore.

Le dichiarazioni di Russo in aula e le perizie psichiatriche

Nel corso del processo Roberto Russo ha più volte dichiarato di non ricordare nulla di quella mattina quando intorno alle 7 ha colpito le due figlie con due coltelli da cucina. Sottoposto a ben due perizie psichiatriche l'uomo però è stato considerato perfettamente capace di intendere e di volere.

Le richieste del pm e la sentenza

La Corte ha accolto quasi in toto le richieste della pm Agata Santonocito che nella requisitoria ha ricostruito le fasi precedenti all'omicidio, dimostrando come non si fosse trattato di un delitto d'impeto.

Continua a leggere su CataniaToday
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la figlia 12enne mentre dormiva: ergastolo per Roberto Russo

Today è in caricamento