rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Città Novara

Trovati morti in casa insieme al cane: ipotesi omicidio-suicidio

I parenti non li avevano più visti dal giorno prima, l'arma usata dovrebbe essere una carabina: cosa è successo

Due coniugi sessantenni sono stati trovati morti, uccisi a colpi di carabina, nella loro abitazione a Lumellogno, una frazione di Novara. Trovato senza vita anche il loro cane, un barboncino. Potrebbe trattarsi di un caso di omicidio-suicidio, ma per il momento si tratta soltanto di un'ipotesi. Secondo NovaraToday le vittime sono un uomo di 66 anni e una donna di 65, marito e moglie.

"Abbiamo sentito tre colpi"

I parenti non li avevano più visti dalla sera precedente il ritrovamento dei corpi, un fatto inconsueto. Chi ha bussato alla loro porta non ha ricevuto risposta. Per questo sono stati allertati i vigili del fuoco che sono arrivati a Lumellogno, frazione di 1300 abitanti a sud ovest di Novara e una volta entrati in casa hanno scoperto i cadaveri.

Privi di vita, con evidenti ferite da arma da fuoco, c'erano il marito, 66 anni, pensionato, ex dipendente dell'ospedale 'Maggiore della Carita'' di Novara, e la moglie, 65 anni. Morto anche il loro cane, una femmina di barboncino bianco.

Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell'ordine su quello che si presenta come un possibile caso di omicidio-suicidio, avrebbe fatto fuoco l'uomo che, armato di una carabina avrebbe ucciso la moglie, poi il cane, e poi si sarebbe tolto la vita. Una ricostruzione che collimerebbe con la testimonianza di alcuni vicini che avrebbero sentito di mattina presto, intorno alle 6, tre colpi provenire dalla casa.

Continua a leggere su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovati morti in casa insieme al cane: ipotesi omicidio-suicidio

Today è in caricamento