Martedì, 26 Gennaio 2021
Salerno

Veronica uccisa dal Covid a 33 anni: aspettava un bimbo

Avvocato di Nocera, già mamma e da qualche mese in attesa di un secondo bambino, era positiva al virus e si trovava ricoverata a Napoli a causa di alcune complicanze: vani i tentativi di salvarla

Tra le oltre 800 vittime di Covid-19 registrate oggi c'è un'altra giovane vita strappata ai suoi affetti: c'è sgomento e dolore nella città di Nocera Inferiore per la prematura scomparsa di una giovane avvocatessa di soli 33 anni, Veronica Stile incinta al quarto mese di gravidanza. Veronica era ricoverata a Napoli a causa di alcune complicazioni sopraggiunte dopo l’infezione.

Come spiega Salernotoday oltre a una polmonite, i medici le avevano riscontrato delle criticità ematologiche. Nella notte, purtroppo, il suo cuore ha smesso di battere.Inutili si sono rivelati tutti i tentativi del personale sanitario di salvarle la vita.

La donna, moglie di un ex calciatore della Nocerina, Rosario Stanzione, era incinta di pochi mesi ed era già mamma di una bimba di 3 anni. Secondo quanto apprende Teleclubitalia, soffriva di piastrinopenia (una quantità di piastrine nel sangue inferiore a 150.000/mm3 nel sangue), forse complice anche lo stato di gravidanza.

Il sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, sui social ha scritto un commosso messaggio di cordoglio: "Speravo, stamane, di poter salutare questa incredibile settimana con le immagini del San Francesco illuminato. Ma la luce di ieri è stata spenta nel cuore dei nocerini. Una ragazza, una collega, una giovane madre è scomparsa oggi. Non saprei dire ora quanto il covid c’entri in questa tragedia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veronica uccisa dal Covid a 33 anni: aspettava un bimbo

Today è in caricamento