rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Città Cremona

Giovani ragazze violentate e costrette a prostituirsi

Sgominata una banda: tre persone denunciate

Tre uomini, cittadini rumeni, sono stati denunciati dai carabinieri a Cremona per sfruttamento e induzione alla prostituzione in concorso, percosse e violenza sessuale. Le indagini hanno preso il via nel febbraio scorso quando un uomo (residente nel Regno Unito), preoccupato perché la figlia non dava più notizie di sé da alcuni giorni, ha chiesto aiuto ad un parente che vive a Verona, il quale a sua volta ha allertato i carabinieri di Cremona, la città in cui viveva la giovane.

Segregate e costrette a prostituirsi, denunciata banda di sfruttatori

I militari, con le informazioni ottenute dall'uomo, hanno eseguito un blitz in un appartamento nel centro della città, dove hanno trovato e liberato la giovane scomparsa, che era in compagnia di altre tre connazionali, tutte tra i 20 ed i 24 anni. Secondo quanto è stato ricostruito, i tre avevano convinto diverse ragazze a venire in Italia, probabilmente promettendo un posto di lavoro. Non solo le quattro giovani ritrovate e liberate nell'appartamento cremonese ma anche altre tre ventenni tra San Giuliano Milanese (Milano), Sant'Angelo Lodigiano (Lodi) e Pieve Porto Morone (Pavia). Poi le avevano minacciate, prospettando di rivalersi sulle rispettive famiglie se si fossero rifiutate di prostituirsi e abusando sessualmente di loro.

Il 'modus operandi' della banda prevedeva la pubblicazione di annunci su siti internet specializzati e poi l'accompagnamento presso il motel o appartamenti specifici per l'appuntamento con il cliente di turno. Le prestazioni sessuali partivano da 200 euro e potevano arrivare anche a 1.500 euro. I numeri di telefono da pubblicare negli annunci venivano cambiati spesso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani ragazze violentate e costrette a prostituirsi

Today è in caricamento