Martedì, 2 Marzo 2021
Monza e della Brianza

I due 15enni fermati per l'omicidio di Cristian Sebastiano

Uno dei due avrebbe detto agli inquirenti di averlo fatto per punire la vittima che lo ha trascinato nel tunnel della tossicodipendenza

Il luogo dell'omicidio. Foto Bennati/MonzaToday

Due ragazzi di 14 e 15 anni sono stati fermati stamattina dai carabinieri perché sospettati di aver ucciso a coltellate il 42enne Cristian Sebastiano ieri a Monza. La vittima era sottoposta al regime di libertà vigilata ed era residente nel quartiere San Rocco, a pochi passi dal luogo del delitto, avvenuto in via Fiume.

Il movente è ancora al vaglio del procuratore della Repubblica per i minorenni di Milano Ciro Cascone, ma uno dei due avrebbe detto agli inquirenti di averlo fatto "per punirlo di avermi trascinato nella tossicodipendenza".  Le coltellate sarebbero state date con un coltello da cucina e i carabinieri sono arrivati ai due attraverso le testimonianze e l'analisi delle telecamere di videosorveglianza della zona. 

MonzaToday scrive che dietro l'omicidio ci sarebbero questioni legate alla droga e alla tossicodipendenza secondo quanto emerso durante gli interrogatori di garanzia condotti dalla Procura dei Minori di Milano, Procura di Monza e Carabinieri Nel passato della vittima ci sono precedenti per sostanze stupefacenti e attualmente Cristian Sebastiano risulta fosse sottoposto alla misura della libertà vigilata e all'obbligo di firma in Questura. A casa dei due ragazzi sono stati rinvenuti gli abiti indossati al momento dell'omicidio, ancora sporchi di sangue e riposti in lavatrice, pronti per essere lavati.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I due 15enni fermati per l'omicidio di Cristian Sebastiano

Today è in caricamento