rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
CRONACA / Palermo

Palermo, crollano due palazzine: quattro morti

Il crollo intorno alle 23.30: gli inquilini, insospettiti dai ripetuti scricchiolii, hanno chiamato i vigili del fuoco poco prima del collasso degli edifici. Si scava tra le macerie

PALERMO - E' di quattro morti il tragico bilancio del crollo di due palazzine di quattro piani, avvenuto la notte scorsa a Palermo nella zona del porto. I Vigili del fuoco hanno infatti recuperato il cadavere dell'84enne Ignazio Accardi e del nipote Antonino Cinà, di 54 anni. Intorno alle 11 è stato trovato il corpo senza vita di una delle donne disperse. Si tratta della moglie di Accardi, Maria La Mattina, di 80 anni. Nel primo pomeriggio il ritrovamento del cadavere di Elena Trapani, di 74 anni.

L'INTERVENTO PROVVIDENZIALE DEI VIGILI DEL FUOCO - Gli edifici, che sorgevano in via Sebastiano Bagolino, già da tempo avevano insospettito gli inquilini con ripetuti scricchiolii. Fino a ieri sera, quando allarmati da quei rumori sospetti, hanno deciso di chiamare i Vigili del fuoco. Una mossa che si è rivelata provvidenziale, dal momento che i pompieri, intuendo il pericolo imminente, hanno portato in salvo alcune persone. Intorno alle 23,30 però, durante la fase di evacuazione, la struttura è collassata su se stessa ingoiando quattro persone.

Crollano due palazzine a Palermo | FOTO SALVO LO GIUDICE PALERMOTODAY

Palermo, le immagini delle macerie della palazzina

"Siamo intervenuti intorno alle 23.10 - ha spiegato il comandante dei Vigili del fuoco di Palermo Gaetano Vallefuoco - la situazione era critica e si è deciso di evacuare subito le palazzine. Alcune persone sono riuscite a mettersi in salvo, ma mentre facevamo questa operazione, i due edifici sono implosi". Solo per una pura coincidenza, dunque, il bilancio non è stato ulteriormente drammatico, dal momento che quando le palazzine sono crollate, i Vigili del fuoco erano appena usciti portando in salvo un disabile.

LE PALAZZINE CROLLATE: GUARDA IL VIDEO

APERTA UN'INCHIESTA PER DISASTRO COLPOSO - Stando a quanto riferito dagli inquilini scampati miracolosamente al crollo, pochi anni fa in cima all'edificio era stata realizzata una veranda, trasformata di fatto in un quarto piano. Una modifica che qualcuno lamenta possa avere indebolito l'intera struttura. Ad accertare le cause, comunque, sarà la procura che ha aperto un fascicolo per disastro colposo. Il crollo di ieri notte è avvenuto a poche centinaia di metri da dove esattamente un anno fa crollò un'altra palazzina in ristrutturazione. In quella occasione rimasero feriti alle gambe tre operai.

SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PALERMOTODAY

I feriti, tutti in modo lieve, sono stati assistiti all'ospedale Villa Sofia, mentre per gli sfollati sono stati messi a disposizione alloggi del comune. Sul posto, insieme a tanti cittadini, c'era anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, giunto immediatamente dopo aver appreso la notizia. Oltre a testimoniare la vicinanza ai parenti dei dispersi, Orlando ha voluto seguire personalmente le operazioni di soccorso andate avanti tutta la notte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, crollano due palazzine: quattro morti

Today è in caricamento