Martedì, 15 Giugno 2021
Città Roma

Cuoca di una mensa violentata a scuola e rinchiusa in uno sgabuzzino

La vittima aveva con sé il cellulare ed è riuscita ad allertare il preside. I fatti a Roma, nel quartiere Torrino

Foto di repertorio non riferita al contenuto dell'articolo

Una cuoca di una scuola del Torrino, quartiere alla periferia ovest di Roma, sarebbe stata violentata da un uomo entrato di soppiatto nei locali della mensa dell'istituto. A denunciare i fatti è stata proprio la vittima che è riuscita ad avvertire il preside dell'Istituto. In poco tempo sono così scattati i soccorsi con la vittima portata in ospedale. 

Sul caso indaga la polizia che ora sta cercando di dare un nome allo stupratore. Secondo quanto ricostruito, tutto sarebbe avvenuto poco prima delle dieci di martedì mattina. La cuoca stava sistemando la cucina quando l'aggressore, che da quello che si è appreso non sarebbe un volto noto alla vittima, entrando furtivamente l'avrebbe colta di sorpresa per poi abusare sessualmente di lei. Una volta finito, il malvivente l'avrebbe quindi rinchiusa in uno sgabuzzino. 

La vittima ha chiamato il presidente con il cellulare

La cuoca, che aveva con sè il cellulare, ha quindi allertato il preside dell'Istituto che, in pochi istanti, l'ha raggiunta trovandola sotto choc. Sul posto in pochi minuti è arrivata la polizia di Stato con gli agenti del Commissariato di Spinaceto, gli investigatori della Squadra Mobile e la Scientifica per i rilievi del caso. 

All'inizio si è pensato fosse un rapina, ma con il passare delle ore il quadro sembra radicalmente cambiato. Non è escluso che l'uomo entrato in uno dei locali del plesso fosse armato e che anche la rapina si sia comunque consumata. Saranno le indagini a far luce sul caso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuoca di una mensa violentata a scuola e rinchiusa in uno sgabuzzino

Today è in caricamento