Venerdì, 30 Luglio 2021
Città Padova

Isabella Noventa, Debora resta in cella: respinta l'istanza di scarcerazione

Bocciata la domanda presentata al gip dalla sorella di Freddy Sorgato, sospettata di avere ucciso la segretaria 55enne di Albignasego a colpi di mazzetta: "Motivazioni insufficienti"

Manuela Cacco, Debora e Freddy Sorgato

PADOVA - Debora Sorgato resta in carcere. Stamattina il gip Cristina Cavaggion ha respinto l'istanza di scarcerazione presentata dalla donna e da lei stessa firmata, senza l'intervento diretto dei suoi difensori, gli avvocati Carlo Augenti e Roberto Morachiello.

Secondo il giudice delle indagini preliminari - dello stesso parere anche il pm titolare delle indagini Giorgio Falcone - la 45enne in carcere come suo fratello Freddy e la tabaccaia veneziana Manuela Cacco con l'accusa di omicidio premeditato e di occultamento di cadavere nell'ambito dell'inchiesta su Isabella Noventa, non avrebbe motivato la propria richiesta con ragioni sufficienti.

"Sono innocente, voglio accudire mio figlio". Sono le sue parole rivolte al magistrato. Nessuna informazione in più, utile agli inquirenti per ricostruire cosa sia accaduto e per far cadere gli indizi di colpevolezza maturati nei suoi confronti. Resta, quindi, nel carcere femminile di Montorio Veronese, la donna sospettata di aver materialmente eseguito il delitto, colpendo con una mazzetta l'ex compagna di suo fratello Freddy.

Tutto sul caso di Isabella Noventa
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isabella Noventa, Debora resta in cella: respinta l'istanza di scarcerazione

Today è in caricamento