Lunedì, 27 Settembre 2021
Città Frosinone

Chiede 30mila euro di risarcimento danni alla vicina: "Mi spia dalla finestra"

La donna, una settantenne intellettuale che organizza "Caffè letterari" nella sua abitazione, ha chiesto anche che venga murata la finestra che si affaccia sulla sua sala da pranzo

Una pensionata di 75 anni residente ad Anagni (Frosinone) rischia di dover rispondere del reato di interferenze illecite nella vita privata e di dover pagare oltre 30mila euro di risarcimenti danni alla sua dirimpettaia 70enne, che la accusa di averla spiata dalla finestra. 

Secondo quanto riferito nella denuncia, la 75enne si piazzava spesso davanti a una finestra per osservare quello che succedeva nell'abitazione della vicina - molto impegnata nel sociale - nella quale venivano spesso organizzati party anche con personaggi illustri del mondo della cultura. A causa di queste intrusioni, si legge nella denuncia, gli ospiti della 70enne avrebbero iniziato a disertare quegli appuntamenti. Così, sentendosi danneggiata, la donna ha fatto scattare la denuncia. 

La donna ha poi chiesto che la vicina sia obbligata a murare la finestra "incriminata", che si affaccia sulla sua sala da pranzo. L'avvocato Antonio Ceccani, che difende l'indagata, punta a sostenere che la sua cliente è soltanto la proprietaria dell'immobile ma che abita però in un'altra casa, dunque per poter ledere veramente la privacy della settantenne avrebbe dovuto uscire di casa e piazzarsi quasi tutti i giorni davanti a quella vetrata.

Ma così non sarebbe stato. Spetterà adesso al giudice stabilire se la vicina accusata di essere un'impicciona sarà obbligata a versare la somma richiesta e a sigillare la finestra incriminata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede 30mila euro di risarcimento danni alla vicina: "Mi spia dalla finestra"

Today è in caricamento