Venerdì, 5 Marzo 2021
Pistoia

Minaccia di uccidere tutti quelli che trova sulla sua strada: poi viene fuori la verità

Procurato allarme: rischia adesso fino a sei mesi di carcere. Altro che scherzo, la domenica è finita malissimo per un 52enne, di origine campana ma domiciliato sulla montagna pistoiese, che aveva postato su Facebook alcune frasi deliranti

Foto Ansa (Archivio)

Ce ne vuole per definirlo "scherzo". Sono intervenuti Polizia e Carabinieri. Una eccellente cooperazione tra l'Arma dei Carabinieri e la Polizia di Stato ha permesso di identificare e soprattutto localizzare in pochissimo tempo un uomo potenzialmente pericoloso.

Post su Facebook: denunciato un uomo di 52 anni in provincia di Pistoia

Che cosa era successo? Tutto inizia con un post sul più popolare social network. Il Centro nazionale anticrimine informatico per la tutela dell'infrastrutture critiche, che si occupa anche del continuo monitoraggio dei siti web, ha informato ieri pomeriggio la questura di Pistoia di un preoccupante post su Facebook. Un uomo affermava di ''essersi alzato con la voglia di uccidere tutti quelli che si mettevano sulla sua strada''. Parole deliranti, e nel post ci si domandava anche "se un vigile urbano debba essere considerato un essere umano".

L'analisi del profilo Facebook hanno permesso di identificare il soggetto in un 52enne di origine campana ma domiciliato sulla montagna pistoiese, i Carabinieri della Compagnia di San Marcello sono riusciti ad identificare esattamente l'abitazione anche attraverso l'esclusione di persone che avevano dato ''l'amicizia'' sul social network all'uomo e, con tutte le precauzioni del caso, entravano in contatto con il 52enne appurando che le sue erano mere farneticazioni. Lo stesso è stato pertanto denunciato dai carabinieri per il procurato allarme e rischia adesso fino a sei mesi di carcere.

Il reato di procurato allarme

Il procurato allarme è una fattispecie di reato prevista e punita dall'art. 658 del codice penale italiano: "Chiunque, annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l'Autorità, o presso enti e persone che esercitano un pubblico servizio, è punito con l'arresto fino a sei mesi o con l'ammenda da euro 10 a euro 516".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di uccidere tutti quelli che trova sulla sua strada: poi viene fuori la verità

Today è in caricamento