Martedì, 16 Luglio 2024
Lecce

Nessuno va a trovarlo in carcere, direttrice gli fa rivedere il cane

"È stato emozionante", non si esclude un secondo incontro

Ha trascorso un anno di detenzione senza vedere mai parenti o amici perché in questo lasso di tempo nessuno è andato mai a trovarlo in carcere. Il detenuto che prima dell’arresto viveva in simbiosi con il proprio cane ha chiesto di poterlo rivedere. Dopo il via libera della direttrice l’uomo, un senza tetto, ha potuto riabbracciare e accarezzare il suo fedele amico Zair. L’incontro avvenuto in un’area verde del penitenziario di Lecce è durato quasi due ore.

"È stato emozionante per lui e per tutto il personale del carcere che si è impegnato affinché il desiderio di questo detenuto potesse realizzarsi - ha dichiarato la direttrice del carcere di Lecce Maria Teresa Susca -. Abbiamo voluto esaudire questa richiesta anche per la circostanza che il detenuto non fa colloqui con nessuno".  Il cane dopo l’arresto del padrone è stato affidato a una famiglia pugliese. La direttrice del carcere non esclude un secondo incontro.

Segui Today anche sul nuovo canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuno va a trovarlo in carcere, direttrice gli fa rivedere il cane
Today è in caricamento