Martedì, 26 Ottobre 2021
Parma

"Ora ti uccido": calci e pugni al parroco, poi lo accoltella al volto

Choc a Fidenza, in provincia di Parma. Arrestato un senzatetto ospite da mesi della parrocchia di Santa Maria Annunziata

Choc a Fidenza, in provincia di Parma, dove un uomo ha tentato di uccidere don Mario, il parroco della parrocchia di Santa Maria Annunziata, colpendolo prima con calci e pugni e poi con alcune coltellate, una delle quali ha raggiunto la vittima in pieno volto. Un 57enne senzatetto di origini milanesi - che da qualche mese era ospite della parrocchia nelle stanze riservate ai bisognosi - è stato arrestato ieri sera dai carabinieri di Fidenza con l'accusa di tentato omicidio, lesioni gravissime e sfregio permanente del viso.

Fidenza, senzatetto tenta di uccidere il parroco accoltellandolo al volto

Il parroco è ricoverato in ospedale in gravi condizioni di salute. Il gravissimo episodio si è verificato ieri sera, poco dopo le ore 23. Don Mario, il parroco della centrale parrocchia di Santa Maria Annunziata, ha chiesto al 57enne senzatetto di abbassare la musica. La reazione dell'uomo è stata da subito molto violenta: ha infatti colpito il prete con calci e pugni. A quel punto Don Mario ha chiamato i carabinieri, dopo essersi rifugiato in una stanza: l'aggressore, però, ha sfondato la porta ed è entrato, armato di un coltello a serramanico di oltre venti centimetri. Il 57enne ha iniziato a colpire il parroco, che ha provato a difendersi, parando i colpi. Uno dei fendenti lo ha raggiunto al volto, provocandogli una profonda ferita. 

A quel punto, disperato, il prete è riuscito a disarmare l'aggressore con una spallata e si è rifugiato in bagno, cercando al contempo di medicarsi e arginare la copiosa fuoriuscita di sangue. Con l'assalitore alle costole, che lo percuoteva e minacciava, insultandolo, è riuscito a scendere le scale fino al piano di sotto, per raggiungere la strada e chiedere aiuto. Proprio in quel momento sono arrivati i carabinieri di Fidenza che lo hanno messo in salvo. I militari hanno bloccato ed immobilizzato il 57enne, che lo stava seguendo. Don Mario è stato portato in ospedale dove, con grande forza, ha raccontato agli investigatori quanto era successo, mentre i medici lo medicavano per cercare di limitare i danni dei colpi ricevuti.

La prognosi finale è stata severa e il parroco verrà rivalutato nei prossimi giorni. Il 57enne è stato arrestato con le accuse di tentato omicidio, lesioni gravissime e sfregio permanente del viso, una delle nuove figure delittuose introdotte dalla legislazione inerente il "codice rosso". L'aggressore è stato portato in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ora ti uccido": calci e pugni al parroco, poi lo accoltella al volto

Today è in caricamento