rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Città Catania

Prende a calci la compagna e compra droga col bonus bebè, arrestato 27enne

La donna è stata medicata al pronto soccorso e i medici hanno allertato i carabinieri. È emerso il quadro di una vita domestica scandita da violenze e minacce

Calci e pugni alla compagna e i soldi del "bonus bebè" usati per comprare la droga.  Così avrebbe agito un 27enne, arrestato dai carabinieri della stazione di Bronte (Catania) per maltrattamenti contro familiari o conviventi.

Come si legge su CataniaToday, ad allertare i militari sono stati i medici del pronto soccorso che hanno medicato una 25enne. Si sono subito accorti che i segni sul viso e sul corpo erano compatibili con una violenta aggressione. La ragazza, madre di tre figli piccoli, ha raccontato loro di essere stata picchiata dal convivente al quale è legata da otto anni. La giovane ha spiegato che dopo due anni di relazione "normale", l'uomo è cambiato: aveva cominciato a insultarla quotidianamente minacciandola di morte e lanciandole addosso oggetti e suppellettili. Nel pomeriggio di venerdì 8 settembre l'ennesima aggressione. A scatenare l'ira dell'uomo sarebbe stata una bolletta dell'energia elettrica ritenuta troppo esosa. La 25enne ha ricevuto così un pugno sul viso ed è caduta. Non contento e nonostante la presenza dei tre figli, l'uomo avrebbe assestato un calcio allo stomaco della donna e subito dopo le avrebbe strappato il cellulare dalle mani per impedirle di chiedere aiuto ai carabinieri. Già in passato, nel settembre del 2016, la vittima aveva denunciato per analoghi fatti il compagno per poi ritirare la denuncia. L'uomo avrebbe poi fatto uso di sostanze stupefacenti comprando droga anche con il denaro proveniente dal "bonus bebè". 

Il giudice ha convalidato l'arresto dell'uomo, collocandolo ai domiciliari presso un'altra abitazione.

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende a calci la compagna e compra droga col bonus bebè, arrestato 27enne

Today è in caricamento