Domenica, 21 Luglio 2024
Città Napoli

Accompagna la figlia, mamma uccisa davanti ad una scuola elementare

Il dramma stamattina a Terzigno, in provincia di Napoli. La vittima aveva 31 anni

Una donna di 31 anni, Immacolata Villani, è stata uccisa nella mattinata di oggi, lunedì 19 marzo, a Terzigno, in provincia di Napoli. Secondo le prime ricostruzioni, la donna è stata raggiunta da un colpo di pistola dopo aver accompagnato la figlia di 9 anni a scuola, in via dei Pini. Le hanno sparato davanti alla scuola elementare "Domenico Savio" nel quartiere di Boccia al Mauro, al confine con Boscoreale.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la 31enne era uscita dalla scuola dove aveva accompagnato la figlia ed era salita in auto, dove sembra ci fosse un'altra donna con lei, quando è stata avvicinata da un uomo a bordo di uno scooter che le ha intimato di scendere per parlare. Poco dopo, mentre discutevano sotto la pioggia, si è sentito uno sparo e l'assassino è scappato. Il marito è ricercato dalle forze dell'ordine.

Il fatto si è verificato dopo una decina di minuti dall’inizio delle lezioni, quindi nessun bambino ha assistito alla scena. Si sta ricostruendo quello che è accaduto anche con l’aiuto di alcune testimonianze. La donna era incensurata.

Aggiornamento - Terzigno, trovato il cadavere del marito: si è suicidato dopo aver ucciso la moglie

Uccisa davanti ad una scuola elementare a Terzigno

Sul posto sono arrivati i carabinieri che stanno ricostruendo la dinamica dell’agguato. Secondo quanto riporta NapoliToday, Immacolata Villani aveva denunciato il marito per maltrattamenti qualche giorno fa. È questo il primo dettaglio che emerge sulla relazione tra Imma e il marito. Tra i due c'erano numerosi problemi che li stavano portando ad una dolorosa separazione. La donna era già andata a vivere a casa del padre portando con sé la bimba di nove anni.

Terzigno viene in questo momento battuta a tappeto dagli investigatori che stanno anche controllando i nastri delle videocamere di sorveglianza della zona. La scuola, all'esterno della quale è avvenuto l'omicidio, è stata chiusa e tutti i bambini sono stati fatti uscire da un'entrata secondaria.

Video | Lo zio della vittima: "Aveva denunciato il marito per stalking"

Omicidio Imma Villani, il sindaco di Terzigno: "Siamo sconvolti"

"Erano le 8,23 quando un'amica che era presente sul posto mi ha avvertito, sconvolta, di quanto era accaduto. Ho chiamato subito le forze dell'ordine. Non ho davvero parole, è una giornata triste per il nostro comune, ma non solo. Ancora una vittima innocente". Questo il racconto del sindaco di Terzigno, Francesco Ranieri, ai microfoni della trasmissione Rai "Chi l'ha visto?" sul femminicidio di Immacolata Villani. "Da quanto mi hanno raccontato alcuni presenti, Immacolata è stata avvicinata da un uomo a bordo di uno scooter, che l'ha invitata a scendere dell'auto. Poco dopo la donna è stata uccisa con un colpo di pistola. Mi riferiscono che l'uomo è stato riconosciuto ed era il marito. Le forze dell'ordine lo stanno cercando. Negli ultimi mesi, mi dicono alcuni conoscenti, la situazione familiare era molto tesa", ha aggiunto il primo cittadino del comune vesuviano.

La figlia di Immacolata, di soli 9 anni, era già all'interno della scuola quando è avvenuta la tragedia: "La piccola è ora con un'assistente sociale. Tutti i bambini sono stati fatti uscire dalla scuola dall'uscita secondaria, pochi minuti dopo l'omicidio. La scuola è stata poi chiusa. La città è sotto shock. Siamo davvero sconvolti per quanto accaduto", ha concluso Ranieri.

La notizia e gli aggiornamenti su NapoliToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accompagna la figlia, mamma uccisa davanti ad una scuola elementare
Today è in caricamento