Venerdì, 26 Febbraio 2021
Brescia

"Mettete la mascherina, per favore": due fratelli perdono la testa, scene di follia al bar

I due, residenti a Berzo Demo, sono entrati nel locale a Edolo (Brescia) visibilmente ubriachi e senza dispositivi di protezione. Presto la situazione è degenerata

Scene di ordinaria follia nel Bresciano. Il motivo? La richiesta di indossare la mascherina. “Mettete la mascherina, per favore”. Queste parole sono state sufficienti a far “scattare” due fratelli, pluripregiudicati di 35 e 39 anni, che nel pomeriggio di San Valentino hanno quasi devastato un bar di Edolo, e sono stati poi bloccati non senza fatica dai carabinieri, intervenuti con tre pattuglie.

Ubriachi al bar senza mascherina: poi succede di tutto a Edolo (Brescia)

Che cosa è successo? Tutto inizia alle 15. I due fratelli, residenti a Berzo Demo, sono entrati al bar visibilmente ubriachi e senza mascherina. Nel momento in cui si sono avvicinati a un bimbo di appena 3 anni, il padre li ha gentilmente invitati a indossare le protezioni. Richiesta che gli ha fatto perdere il controllo.

Prima hanno insultato il papà, poi se la sono presa con i clienti e infine pure con il barista. Poi non contenti sono usciti all'esterno e hanno cominciato a lanciare sedie e tavolini contro la vetrata del bar. Nel frattempo è stato allertato il 112: ma all'arrivo dei carabinieri l'ira dei due fratelli non si è placata, anzi.

Hanno poi avufot da ridire anche con i militari,  e li hanno aggrediti non dopo averli insultati. A quel punto sono stati immobilizzati e trasferiti in caserma a Ponte di Legno: sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e dovranno rispondere anche dei danni all'esercizio commerciale. Dopo una notte in guardina sono stati rimessi in libertà ma con l'obbligo di firma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mettete la mascherina, per favore": due fratelli perdono la testa, scene di follia al bar

Today è in caricamento