rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Città Belluno

Scompare nella cascata e viene dato per morto: trovato vivo dopo un giorno intero, si è salvato così

E' ricoverato in ospedale per ipotermia, ma quando tutti ormai temevano il peggio il "miracolo" in val di Zoldo: Giacomo S. aveva trovato riparo in una grotta

È stato ritrovato vivo Giacomo S., 43 anni, di Val di Zoldo, partito domenica per scendere lungo la gola del torrente Maè e non rientrato. Quando si pensava che legato alla corda sotto la pressione dell’acqua non potesse che trovarsi il corpo senza vita dell’uomo, il "miracolo".

L'escursionista torrentista, molto esperto in quella disciplina nota come canyoning, aveva infatti trovato una grotta dietro al potente getto della cascata, e lì ha trascorso un giorno intero, temendo di non farcela. Giacomo ha resistito più di 24 ore rannicchiato in una caverna larga un paio di metri, lambita dall'acqua, creata nel tempo dalla forza a 'mulinello' della cascata. In quella piccola grotta ci era finito dopo essere stato trascinato verso il basso dal flusso di acqua: a quel punto era riuscito ad agganciarsi con una mano alla roccia ed era stato spinto dalla corrente all’interno della grotta di un paio di metri.

 Erano scattate domenica le ricerche da parte di Soccorso Alpino, Vigili del fuoco, Guardia di finanza e Carabinieri forestali. Quando gli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico e i Vigili del fuoco hanno individuato le sue corde di discesa bloccate in una pozza d'acqua 'frullata' dalla corrente, ormai sganciate dall'imbrago, senza nessun corpo agganciato, sembrava che la tragedia si fosse ormai consumata. Hanno quindi deciso di cercare il corpo senza vita nel fondo della cascata. Nel momento in cui uno dei soccorritori si ècalato e avvicinato al flusso d'acqua, molto potente, con una frontale per provare a guardare al di là della cascata, ha intravisto un piede e poi il volto dell’uomo. Era vivo, incredibilmente vivo.

Grazie a una corda i soccorritori lo hanno trascinato oltre il flusso della cascata e fuori dalla corrente. Con l'elisoccorso poi è stato trasportato all'ospedale di Belluno. Restano i sintomi di una lieve ipotermia e una paura che a lungo lo accompagnerà. Ma sta bene. "Ci dispiace aver contribuito a diffondere la triste notizia iniziale, ma non avremo mai potuto sperare in questo esito straordinario" hanno commentato dal Soccorso alpino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scompare nella cascata e viene dato per morto: trovato vivo dopo un giorno intero, si è salvato così

Today è in caricamento