Martedì, 2 Marzo 2021
Bologna

Esplosione Bologna, il testimone: "Un boato, poi io e mia figlia investiti dal fuoco"

Mauro Rossi e sua figlia Martina sono stati testimoni diretti dell'esplosione. Il racconto drammatico a BolognaToday dal letto d'ospedale

"Sono state frazioni di secondo. Il boato è stato terribile e quelle fiamme saranno state alte 100 metri, qualcosa di indescrivibile". Parla a bassa voce Mauro Rossi, uno dei feriti dall'esplosione di Bologna di lunedì pomeriggio. È ricoverato al Sant'Orsola con ustioni di secondo grado alla testa, alle gambe e a una braccio. Il suo racconto a Angela Carusone di BolognaToday

Lunedì all'ora di pranzo, Mauro era in casa con la figlia Martina, in una appartamento di via Cesare Correnti, quando ha sentito dei boati. Affacciatosi alla finestra del balcone, Mauro ha visto le fiamme sul raccordo, a ridosso del ponte. 

Bologna, un milione di euro per tornare alla normalità. Conte: "Siamo stati fortunati" 

"Ho pensato che stessero esplodendo delle bombole  - racconta - sono uscito fuori e ho visto l’alta colonna di fumo nero, poco dopo ho capito che quei boati erano pneumatici di un mezzo pesante rimasto coinvolto nello schianto che stavano scoppiando. Io e mia figlia siamo scesi in strada, eravamo davanti al ristorante 'Il Randagio' per cercare di capire cosa stesse succedendo. Siamo stati qualche minuto ma le fiamme non diminuivano. Ho pensato che era meglio spostarsi, mi sono voltato per chiamare mia figlia quando è scoppiato tutto. Non ho fatto in tempo a pronunciare il suo nome che siamo stati investiti dall’esplosione”.

Il poliziotto eroe: "Ho fatto solo il mio dovere"

È un attimo, poi l'onda d'urto lo ha scaraventato a terra. "Sono finito a terra investito dal fuoco come mia figlia, che ha riportato ustioni di primo grado, e non l’hanno ricoverata. Davanti a me c’era un poliziotto, che è stato colpito in pieno dalle fiamme e la maglia gli bruciava addosso è stato orribile. Ho saputo che anche se è grave fortunatamente non rischia la vita, ed è ricoverato al Bufalini. Io sono qui, in ospedale, vivo, con delle ustioni di una certa entità, ma quelle immagini non si possono descrivere a parole”.

Continua a leggere su BolognaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione Bologna, il testimone: "Un boato, poi io e mia figlia investiti dal fuoco"

Today è in caricamento