Venerdì, 26 Febbraio 2021
Trento

Etienne Bernard, il giovane maestro di sci travolto da una valanga

Il corpo senza vita 26enne di Campitello di Fassa è stato individuato dai soccorritori. Era disperso dal pomeriggio di ieri sul Pordoi, in Trentino

Etienne Bernard (foto profilo Facebook)

È stato individuato nella notte il corpo senza vita di Etienne Bernard, maestro di sci e guida alpina 26enne di Campitello di Fassa, disperso dal tardo pomeriggio di mercoledì sul passo del Pordoi, in Trentino. Secondo una prima ricostruzione dei soccorritori, Etienne Bernard sarebbe stato travolto e ucciso da una valanga durante la discesa da un canalone tra la forcella Pordoi e il Sass da Forcia, montagne che lui conosceva sin da giovanissimo e che frequentava spesso

A dare l’allarme nel tardo pomeriggio era stata la fidanzata, quando non lo aveva visto rientrare né era riuscita a contattarlo telefonicamente dopo che il giovane era partito al mattino per un’uscita solitaria verso forcella Pordoi per affrontare il canale Torre Roma.

Tragedia in montagna, morto Etienne Bernard

L’auto di Etienne Bernard è stata ritrovata nel parcheggio del passo Pordoi. Il Soccorso Alpino ha iniziato le ricerche nella serata di mercoledì 13 gennaio, sorvolando la zona in elicottero, ma l’attività dei soccorritori si era rivelata da subito molto difficoltosa a causa del buio e per la presenza di un forte vento in quota fino 90 chilometri orari. Le squadre erano quindi dovute rientrare senza essere riuscite a individuare tracce di Etienne Bernard. Verso le 21, grazie al segnale emesso dal telefono cellulare dello scialpinista, i soccorritori hanno individuato un punto proprio nella zona del canale Torre Roma. Una squadra di otto operatori della Stazione Alta Fassa è quindi salita con gli sci d'alpinismo da passo Pordoi fino al punto rilevato in circa un'ora e mezza, supportata dalle fotoelettriche dei Vigili del Fuoco. Una volta arrivati sul posto, il Soccorso Alpino ha trovato le tracce di una valanga e alcuni oggetti appartenenti al giovane Bernard. 

Questa mattina sarebbero dovute iniziare le operazioni di recupero della salma, ma ancora una volta le difficili condizioni meteorologiche non hanno permesso il sorvolo in elicottero. 

Etienne Bernard era molto conosciuto nella zona e nella comunità alpinistica. Il Corriere della Sera ricorda che di era figlio di Renato, nota guida alpina, rocciatore con diversi 8 mila e responsabile, diplomato Isef e responsabile del settore alpinismo del liceo scientifico della montagna di Tione. Sui sui social network in queste ore sono comparsi numerosi messaggi di cordoglio dopo la notizia della tragedia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etienne Bernard, il giovane maestro di sci travolto da una valanga

Today è in caricamento