Torino, il complice del "macellaio di via Alimonda" è evaso dal carcere

Petru Gabriel Dumea, 23 anni, non è rientrato nel carcere minorile Ferranti Aporti. Con il complice David Alexa sei anni fa uccise a colpi di machete Gheorghe Cimpoesu. L'omicidio sconvolse Torino per la sua efferatezza

Gheorghe Cimpoesu, la vittima dell'efferato omicidio del 2011

Era in permesso premio. Evade dal carcere Ferrante Aporti di Torino il complice del “macellaio” di via Alimonda. Ubriaco, partecipò all'omicidio di un romeno di 22 anni.

Petru Gabriel Dumea è evaso

Petru Gabriel Dumea, 23 anni, non è rientrato nel carcere minorile Ferranti Aporti nella serata di ieri, domenica 29 ottobre 2017, ed è di fatto ricercato per evasione. Con il complice David Alexa sei anni fa uccise a colpi di machete Gheorghe Cimpoesu, nel quartiere Aurora.

L'omicidio a Torino nel 2011

Il delitto aveva scosso l'intera città, al punto che i residenti avevano organizzato cortei di protesta contro la violenza nel quartiere. Dumea era accusato di aver procurato l'arma al "macellaio" Alexa, di averlo accompagnato sul luogo del delitto e di avergli trovato rifugio dopo aver commesso l'omicidio. Era stato condannato a 11 anni di carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Fallimento del sistema penitenziario"

Denuncia l'evasione l'Osapp, sindacato autonomo di polizia penitenziaria, per voce del segretario generale Leo Beneduci. "L'ennesimo episodio - dichiara - rende nuovamente testimonianza del fallimento del sistema penitenziario italiano, anche per l'enorme dispendio di uomini e di mezzi che saranno impegnati a Torino nella ricerca di chi avrebbe dovuto espiare del tutto il proprio debito nei confronti della collettività. Sulla questione, a fronte di un Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria minorile palesemente disattento e di un ministro della giustizia impegnato, almeno per le carceri, su questioni, marginali, l'Osapp aveva chiesto, ad oggi del tutto vanamente, l'istituzione di un'apposita commissione d'inchiesta parlamentare la cui indispensabilità dovrà essere comunque ribadita con la nuova legislatura dopo il fallimento attuale ci si augura che il nuovo governo sia maggiormente sensibile ai problemi che dal carcere coinvolgono anche la sicurezza di tutti i cittadini italiani".

La notizia su TorinoToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Michelle Hunziker, famiglia XXL in quarantena: "Per me Goffredo e Sara due figli acquisiti"

  • Coronavirus, le tre condizioni (secondo il virologo) per tornare alla "pseudo normalità"

Torna su
Today è in caricamento