rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Città Palermo

Segregata in casa e costretta a prostituirsi per sei anni: in carcere il compagno

La donna, una 28enne italiana, ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri, dando così il via alle indagini che hanno portato all'arresto del suo convivente 51enne. I fatti sono avvenuti tra i comuni di Cinisi, Terrasini e Partinico

Schiavizzata dal compagno e costretta a prostituirsi per sei lunghi anni. Questo l'inferno in cui è vissuta una ventottenne italiana, affetta da disabilità  mentale. I carabinieri di Partinico hanno arrestato il 51enne ritenuto responsabile di sequestro di persona, riduzione in schiavitù, induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzinoe, nonché di lesioni gravi nei confronti della donna, sua convivente. 

I fatti, come accertato dalle lunghe indagini dirette dal sostituto procuratore Antimafia Siro De Flammineis e coordinata dal procuratore capo Francesco Lo Voi, sono svvenuti tra Cinisi, Terrasini e Partinico tra il luglio 2010 e l'aprile 2016. A dare il via a tutto era stata la denuncia da parte della ragazza che, accompagnata in caserma dal padre, aveva raccontato in lacrime ai carabinieri gli abusi e le violenze subite dal compagno, con cui viveva dal 2010. 

Prove incontrovertibili, secondo quanto scrive PalermoToday, hanno dimostrato che l'uomo segregava sistematicamente la compagna in casa, chiudendo la porta di ingresso dall'esterno con un lucchetto e sbarrando le finestre con tavole di legno fissate con dei chiodi. Non solo. La ragazza era costretta a praticare rapporti sessuali con più uomini. Gli incontri avvenivano spesso all'interno della loro abitazione, ma anche in aeree campestre e in auto. Era l'indagato stesso a concordate e riscuotere il compenso delle prestazione: 20 euro per ogni rapporto sessuale. Sfruttando la compagna, l'uomo pagava l'affitto.

Ogni volta che la ragazza tentava di ribellarsi veniva pestata. In almeno due circostanza documentate, la 28enne si era recata in strutture sanitarie della provincia per ricevere assistenza e in un caso le era stata diagnosticata la frattura del setto nasale e in un'altra, oltre a un trauma cervicale, le era stata comunicata anche un'avvenuta interruzione di gravidanza. 

La notizia su PalermoToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segregata in casa e costretta a prostituirsi per sei anni: in carcere il compagno

Today è in caricamento