Venerdì, 26 Febbraio 2021
Brescia

Omicidio Bailo, Pasini non cambia versione: "Non le ho tagliato la gola"

Dal carcere continua infatti a sostenere di aver ucciso Manuela Bailo senza volerlo, spingendola giù dalle scale dell'abitazione di sua madre nel corso di una lite

Non cambia la sua versione dei fatti, nega di aver "tagliato la gola" a Manuela Bailo. In carcere da una settimana a Canton Mombello, Fabrizio Pasini ricostruisce quanto successo nella notte tra il 28 e 29 luglio ad Ospitaletto. Pasini continua infatti a sostenere di aver ucciso Manuela Bailo senza volerlo, spingendola giù dalle scale dell'abitazione di sua madre nel corso di una lite. 

La polizia scientifica dopo i rilievi e le analisi racconta però un'altra verità. Infatti sulle scale non hanno trovato tracce di sangue: "Lì ce n'era moltissimo", aveva invece dichiarato Pasini rispondendo a una domanda del pm. C'è anche l'autopsia sul corpo di Manuela a dare indicazioni diverse: la morte della giovane è avvenuta per un taglio netto alla carotide, e non per un colpo alla testa.

Ma c'è ancora molto da chiarire sull'omicidio di Manuela Bailo: ad esempio, Pasini avrebbe raccontato di avere due coltelli nella sua auto, la stessa usata poco dopo l'omicidio per andare in vacanza con la famiglia. Uno è stato trovato, mentre non si trova un coltello francese da campeggio. E poi l'ora del decesso, su cui non ci sono ancora certezze: Padini  ha raccontato che, una volta lasciata l'abitazione della madre, Manuela sembrava essere già morta.

A causa delle condizioni in cui è stato trovato il corpo ben 23 giorni dopo la notte del 28 luglio, abbandonato in una vasca di liquami dismessa ad Azzanello, nella campagna cremonese, forse non si saprà mai a che ora Manuela Bailo abbia trovato la morte. Leggi su BresciaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Bailo, Pasini non cambia versione: "Non le ho tagliato la gola"

Today è in caricamento