rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Città Brindisi

Multato dalla guardia costiera, pescatore incendia l'auto del comandante

Un pescatore 44enne è stato individuato dai carabinieri come presunto responsabile del rogo

Un pescatore 44enne di Fasano sarebbe il responsabile di un incendio che ha coinvolto intorno alle 5 di mattina di mercoledì 7 dicembre l'auto del comandante della Guardia Costiera di Savelletri, Vito Domenico De Mario. Sono stati i carabinieri ad individuare il presunto autore nel giro di poche ore. Il 44enne, secondo la ricostruzione degli inquirenti, nella nottata, dopo avere raggiunto il parcheggio dell'ufficio locale marittimo di Savelletri e cosparso il veicolo del sottufficiale di liquido infiammabile, avrebbe appiccato il fuoco che ha poi distrutto completamente la sua autovettura.

Dopo avere raccolto la denuncia da parte della vittima del grave atto intimidatorio, i carabinieri di Fasano, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Brindisi, hanno avviato un'indagine che ha consentito di raccogliere, in brevissimo tempo, gravi elementi indiziari a carico del 44enne, il quale, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di materiale compatibile con il delitto. Il movente dell'atto intimidatorio, secondo le indagini, sarebbe da ricercare in un verbale amministrativo che il sottufficiale aveva elevato al pescatore.

Il 44enne, dopo le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e accompagnato presso la propria abitazione dove rimarrà agli arresti domiciliari, a disposizione della locale Procura della Repubblica. Il procedimento è nella fase delle indagini preliminari e l'arresto attende l'eventuale convalida del gip del Tribunale di Brindisi, dopo l'interrogatorio e il confronto con la difesa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multato dalla guardia costiera, pescatore incendia l'auto del comandante

Today è in caricamento