Lunedì, 12 Aprile 2021

Guanti e mascherine obbligatori sui mezzi pubblici in Lombardia

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato due nuove ordinanze che stabiliscono specifiche indicazioni per la 'fase2' del coronavirus e per il trasporto pubblico locale valide dal 4 maggio ad integrazione delle norme nazionali previste dal Dpcm del 26 aprile

Guanti e mascherine obbligatorie sui mezzi pubblici. Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato due nuove ordinanze che stabiliscono specifiche indicazioni per la 'fase2' del coronavirus e per il trasporto pubblico locale valide dal 4 maggio ad integrazione delle norme nazionali previste dal Dpcm del 26 aprile. Nella prima ordinanza e' confermato l'obbligo dell'uso delle mascherine o di altri indumenti utili a coprire naso e bocca e vengono emanate disposizioni specifiche per i mercati all'aperto e per il commercio al dettaglio. La seconda ordinanza, relativa al Trasporto Pubblico Locale, prevede a bordo dei mezzi di trasporto pubblico l'obbligo di utilizzo di guanti e mascherine. E' cura del passeggero procurarsi guanti e mascherine e indossarli correttamente dal momento in cui entra in stazione, sosta alle fermate o banchine, si accoda per salire sui mezzi, al momento in cui si allontana. I sedili da non utilizzare sono contrassegnati da segnali ben visibili.

Le altre misure previste: igienizzazione, sanificazione e disinfezione dei mezzi, infrastrutture e stazioni vengono effettuate almeno una volta al giorno. Gli ascensori della metropolitana e delle stazioni ferroviarie sono destinati in via prioritaria alle persone a ridotta mobilità. E' sempre consentito il trasporto di monopattini, biciclette pieghevoli e altri dispositivi di micromobilita' elettrica. Le nuove misure di sicurezza previste dall'ordinanza regionale si applicano su tutti i servizi di trasporto pubblico (treni regionali, metropolitane, autobus, filobus, tram, funivie e servizio di navigazione sul lago di Iseo) e non di linea (taxi e Ncc) e hanno validita' per tutti i passeggeri e gli operatori di trasporto del territorio regionale.

Molti sindaci chiedono con forza incentivi per l'acquisto di monopattini elettrici e bici, anche per aiutare per esempio gli studenti nei loro spostamenti, soprattutto in vista del rientro in classe a settembre. Cambierà il modo di vivere le città. E poi c'è il piano di tanti primi cittadini di limitare l'accesso delle auto alle città e aprirla a pedoni e biciclette. In grandi città come Milano la micromobilità potrebbe essere l'unico modo per non congestionare il traffico visto che i mezzi pubblici dovranno per forza di cose circolare a capienza ridotta.

Coronavirus e mezzi pubblici: le regole da seguire per evitare il rischio contagio

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guanti e mascherine obbligatori sui mezzi pubblici in Lombardia

Today è in caricamento