Giovedì, 13 Maggio 2021
Pisa

Foto (fake) in divisa per fare colpo sui social: 33enne finisce nei guai

Su Facebook vantava una carriera straordinaria nella Guardia di Finanza, ma nessuno dei finanzieri di Pisa lo aveva mai visto. Le indagini hanno portato a galla la verità

Foto di repertorio Ansa

Il fascino della divisa, si sa, fa sempre il suo effetto. Inseguendo questo mito, con tutta probabilità, un 33enne di Pisa ha pensato di utilizzare dei fotomontaggi creati ad arte, con tanto di gradi da colonnello della Guardia di Finanza, per fare colpo sui social network. Ma ben presto alcuni dei suoi post hanno attirato l'attenzione dei finanzieri di Pisa, quelli veri,m che hanno iniziato ad indagare, scoprendo che nessuno conosceva quell'ufficiale, che invece su Facebook vantava una folgorante carriera dal grado di vice brigadiere a quello di colonnello in pochi anni. Sono bastati pochi riscontri, ma tra gli appartenenti al corpo della Guardia di Finanza non esisteva nessun 'Federico Manera', questo il nome utilizzato sui vari profili.

Sono scattate immediatamente le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Pisa, culminate nell'oscuramento immediato di tutti i profili pubblici e in una perquisizione domiciliare. A casa del 33enne, in realtà dipendente di una ditta di pulizia della provincia, oltre ai diversi fotomontaggi creati sovrapponendo il suo viso a quello di veri appartenenti alla Guardia di Finanza, ritratti durante operazioni di servizio o eventi istituzionali, è stata rinvenuta anche un'uniforme dell'Esercito Italiano sulla quale erano state apposte delle mostrine di un'altra Forza Armata, dipinte di giallo, per renderle del tutto simili a quelle in uso nella Guardia di Finanza. L'uomo dovrà ora rispondere all'autorità giudiziaria dei reati di sostituzione di persona e possesso di segni distintivi in uso alle forze di polizia.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foto (fake) in divisa per fare colpo sui social: 33enne finisce nei guai

Today è in caricamento