Martedì, 21 Settembre 2021
CRONACA

Capodanno, la solita "guerra": 251 feriti per i botti, grave un bimbo

Un bambino, dieci anni, è ricoverato in prognosi riservata: ha gravi ferite agli occhi a causa dello scoppio di un petardo. A Barra, Napoli, per le esplosioni crolla l'androne di un edificio. In tutta Italia 251 feriti

Immagine repertorio

NAPOLI - Il solito bollettino di guerra. La solita notte di festa trasformata in una conta dei feriti. Sono 251, secondo i dati diffusi dalla polizia, le persone rimaste ferite la notte di San Silvestro per l’esplosione dei botti. 

Quarantotto le persone finite in ospedale per l'esplosione di fuochi d'artificio solo a Napoli e provincia. Tra loro si contano anche alcuni bambini. Il più grave è un bimbo di dieci anni ricoverato in prognosi riservata all'ospedale pediatrico "Santobono". Il piccolo, a causa dell'esplosione di un petardo, ha riportato gravi ferite agli occhi. 

Tanta paura anche a Barra, popoloso quartiere del napoletano. L'esplosione di un pacco di petardi ha causato il crollo dell'androne di un edificio, poi evacuato: tre le persone rimaste ferite, in maniera non grave. Numerose gli interventi dei vigili del fuoco, sia in città che in provincia, per l'incendio di cumuli di rifiuti.

Dramma nella notte anche a L'Aquila, dove un ragazzino di quattordici anni ha probabilmente perso l'uso della mano a causa dell'esplosione di un botto.  A Mascalucia, nel Catanese, una bambina di dodici anni è stata ferita a un piede da una pallottola vagante mentre stava festeggiando assieme a parenti e amici l'arrivo del nuovo anno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno, la solita "guerra": 251 feriti per i botti, grave un bimbo

Today è in caricamento