rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Città Ravenna

Orrore in ospedale: feto morto "dimenticato" per ore su una barella

Il corpicino di una bimba nata morta è stato "dimenticato" per diverse ore in corsia. Il direttore si scusa con i familiari e annuncia l'avvio di un'indagine interna

RAVENNA - Il corpicino di una bimba nata morta per complicanze durante il parto, lo scorso sabato pomeriggio, è stato "dimenticato" per diverse ore su una barella nell'area di smistamento dell'ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna. E' stato "trovato" solo domenica mattina da un'infermiera.

La direzione sanitaria ha avviato un'indagine interna per capire per quale motivo il feto non sia stato trasferito in obitorio.

LA RICOSTRUZIONE - Secondo la ricostruzione dell'accaduto, le ostetriche hanno rilevato che il feto era morto e sono scattate tutte le pratiche del caso: il cadavere, corredato di relativa documentazione, è stato avviato all'apposito locale interdetto al pubblico. E' lì che verso le 7 di ieri gli operatori dell'obitorio lo avrebbero dovuto ritirare. E invece ciò non è accaduto perché c'era un altro cadavere presente in quel momento nella stanza, che è stato portato via.

Quando verso le 9.20 di ieri un'addetta ha trovato il corpo avvolto tra le lenzuola in un punto dell'area barelle, ha dato l'allarme. All'inizio si era ipotizzato che potesse trattarsi di un feto abbandonato da ignoti, tanto che è stato subito avvisato il posto di polizia interno e da qui la Questura. Poi sono emersi i fatti e il corpicino è stato ritirato dagli operatori dell'obitorio.

"CI SCUSIAMO CON I GENITORI" - Andrea Neri, direttore dell'ospedale ravennate, ha ammesso il disguido comunicativo promettendo un'accurata indagine interna. "Ho incontrato i genitori, sono molto provati, mi sono scusato, sono molto dispiaciuto. Voglio precisare però che il corpicino non è mai rimasto in un'area incustodita, anche se si trovava dove non sarebbe dovuto essere".

Per chiarire l'accaduto, sono state sentite persone fino al tardo pomeriggio di ieri. Secondo quanto finora emerso, a spostare fuori dalla stanza verso le 6.50 la barella con il feto è stato l'addetto all'obitorio a cui non era stato comunicato di quella seconda salma. Quindi la lettiga è via via stata spostata fino al punto in cui è stato rinvenuto il piccolo cadavere. (da RavennaToday)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orrore in ospedale: feto morto "dimenticato" per ore su una barella

Today è in caricamento