Domenica, 24 Ottobre 2021
Omicidi / Pordenone

Fidanzati uccisi a Pordenone: nell'auto i capelli del killer

Svolta nelle indagini sulla morte di Trifone Ragone e Teresa Costanza: ecco cosa emerge dai rilievi del Ris di Parma

PORDENONE - Nell’auto dei fidanzati uccisi in auto ci sarebbe il Dna del killer. Per la precisione "i capelli" di chi li ha uccisi e "tracce biologiche diverse dal sangue delle vittime". E' quanto emerge dai rilievi che i carabinieri del Ris di Parma stanno effettuando in queste ore nella Suzuki Alto.

KILLER IN AUTO - Secondo gli inquirenti, queste tracce sarebbero fondamentali in quanto, per sparare da distanza così ravvicinata è molto probabile che il killer si sia introdotto nell'abitacolo. A conferma di questo sospetto, il fatto che solo un bossolo sia stato trovato fuori dall'auto, mentre gli altri cinque sono all'interno.

COMUNE IN LUTTO - Intanto il sindaco di Adelfia, Vito Antonacci, il paesino in provincia di Bari dove sarà sepolto Trifone Ragone, lancia un appello affinché sulla vicenda del duplice omicidio cali il silenzio. "Certamente è stata una notizia che ha colpito l'intera comunità - ha fatto sapere dal blog cittadino - ma il troppo stroppia e ascoltare chiunque fantasticare su moventi, ragioni e quant'altro della vita privata di due ragazzi, nausea e sgomenta ulteriormente. Vite doppiamente violentate dalla stupida sete di 'notizie' - ha aggiunto - pur che siano, per il gusto di alimentare il qualunquismo spesso oggi dilagante; ciascuno con il binocolo nel recinto dell'altro, pronti a commentare, pettegolare e, spesso, infangare. Nessuno sa come sono andati i fatti - ha concluso - e lasciamo a chi di competenza accertarli, auspicando solo che il balordo che ha sparato, qualunque sia la ragione, venga assicurato alla giustizia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fidanzati uccisi a Pordenone: nell'auto i capelli del killer

Today è in caricamento