rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Città Trento

Il figlio è assenteista, la madre lo fa licenziare

Un operaio trentino viene licenziato dal datore di lavoro: è stata la madre, con una lettera, ad accusarlo di aver abusato dei permessi di lavoro

TRENTO - Se il ministro del Lavoro Elsa Fornero o ancor più l'ex ministro Renato Brunetta, strenuo oppositore dei lavoratori assenteisti e "fannulloni", avessero conosciuto questa mamma di Trento, probabilmente le avrebbero offerto una medaglia simbolica.

Sì, perché proprio grazie al contributo della signora, 80 anni, il figlio è stato licenziato per l'uso un po' troppo disinvolto dei permessi di lavoro retribuiti. E' stata lei, infatti, a denunciare il figlio operaio che utilizzava per scopi personali i permessi chiesti per assistere l'anziano padre invalido.

Il caso, approdato al Tribunale di Trento, è nato in seguito alla denuncia presentata ai carabinieri dalla donna, ottantenne, che ha raccontato di essere stata maltrattata dal figlio cinquantenne, accusato anche di truffa.

I guai peggiori per l'operaio sono arrivati quando l'anziana madre ha scritto una lettera al datore di lavoro del figlio, accusato di avere abusato dei permessi di lavoro necessari per accudire il padre. L'azienda ha ritenuto valida questa accusa di assenteismo e ha inviato una lettera di licenziamento al dipendente.

Licenziamento confermato dopo l'annullamento del reintegro dell'uomo deciso dal giudice del reclamo. All'origine della disavventura dell'operaio ci sarebbe una lite familiare a proposito di un'eredità. Perso il lavoro, per l'uomo non resta che sperare in un ricorso in Cassazione. (da TrentoToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il figlio è assenteista, la madre lo fa licenziare

Today è in caricamento