Sabato, 31 Luglio 2021
Città Roma

"Vuoi il posto fisso? Costa 180 euro": scoperta a Roma finta agenzia di lavoro

La banda, composta da cinque persone, è stata smantellata dalla Guardia di finanza. La finta "agenzia di servizi" prospettava in alcuni casi stipendi tra i 1000 e i 2000 euro al mese

ROMA - Un posto fisso di lavoro, uno stipendio che in alcuni annunci poteva arrivare anche a 2500 euro al mese compreso di alloggio in un palazzo signorile della Roma Bene. Peccato che all'aspirante lavoratore, dopo il pagamento di 180 euro, non rimanesse che un pugno di mosche in mano. A scoprire la finta agenzia di lavoro i finanzieri del Comando Provinciale di Roma che hanno smantellato la banda con la propria sede operativa nella zona di Tor Vergata. 

AGENZIA DI SERVIZI - Secondo quanto ricostruito dalle Fiamme Gialle, approfittando del bisogno di lavoro di giovani e disoccupati, la banda aveva costituito una "agenzia di servizi" che pubblicizzava, mediante inserzioni su siti internet specializzati e riviste on line, l’avvio della selezione di personale per l’impiego nella grande distribuzione, società di pulizie e trasporti, condomini, con mansioni di portieri, commessi, custodi, giardinieri, magazzinieri e facchini.

LA BANDA - Un sodalizio composto da cinque persone, ognuno con ruoli ben definiti, è stata sgominata dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma che, in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, hanno arrestato tre di essi e sottoposto un quarto all’obbligo di firma.

LAVORO E STIPENDIO - Per irretire gli interessati avrebbero prospettato stipendi che si aggiravano tra 1.000 e 2000 euro al mese, fino a promettere un posto fisso di portiere in una signorile zona di Roma, con uno stipendio di 2.500 euro mensili con alloggio compreso. Il sodalizio, per rendere credibile la sua attività, aveva predisposto una vera struttura imprenditoriale, con tanto di ufficio, come detto nella zona di Tor Vergata, nell’ambito della quale ognuno aveva i compiti tipici di un’agenzia di servizi che si rispetti. 

VISITA MEDICA ED ISCRIZIONE - Un sodalizio specializzato nel quale vi era il segretario che accoglieva gli interessati sottoponendo loro il modulo di adesione e raccoglieva la somma di 150 euro versata dai malcapitati per l’iscrizione all’associazione, l’amministratore di una fantomatica società di servizi e, addirittura, il medico deputato alla visita per il rilascio del certificato medico, al prezzo di 30 euro.

Continua a leggere su RomaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vuoi il posto fisso? Costa 180 euro": scoperta a Roma finta agenzia di lavoro

Today è in caricamento