rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Città Padova

Falso cieco beccato mentre guida l'auto, adesso deve risarcire lo Stato

Disposto il sequestro preventivo dei beni per un ammontare di duecentomila euro. La guardia di finanza ha accertato che gli era stata rinnovata la patente

Per lo Stato era "cieco assoluto" e aveva i previsti aiuti economici, in realtà guidava l'auto e gli era stata rinnovata la patente. Per questo la guardia di finanza di Padova ha eseguito il sequestro preventivo di beni per una cifra che sfiora i duecentomila euro. 

Dai controlli è emerso che l'uomo aveva chiesto e ottenuto il rinnovo della patente di guida e come se non bastasse è stato anche sorpreso alla guida dell'auto intestata al figlio.

I finanzieri hanno monitorato le abitudini dell'uomo, lo hanno anche pedinato accertando che "ogni giorno compiva azioni incompatibili con la patologia dichiarata". Infatti, non solo l'indagato è stato sorpreso a guidare, ma "era anche solito deambulare nei pressi e all'interno dell'ospedale senza alcun tipo di ausilio". L'uomo era anche perfettamente in grado di firmare documenti senza difficoltà o aiuti. Da qui la denuncia per l'ipotesi di reato di truffa aggravata ai danni dello Stato, col sequestro delle somme indebitamente percepite. 

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falso cieco beccato mentre guida l'auto, adesso deve risarcire lo Stato

Today è in caricamento