Domenica, 25 Luglio 2021
Città Milano

Focolaio in palestra: 12 i positivi di cui uno con variante Delta. Chiesto il sequenziamento degli altri casi

Salgono i contagi dopo il cluster scoppiato in una palestra di Città Studi, a Milano

Foto di repertorio

Salgono a dodici i casi di covid relativi al focolaio della palestra Virgin Active di Città Studi, a Milano. Lo rende noto Ats Milano Metropolitana che sta monitorando la situazione e tracciando i contagiati, inizialmente dieci di cui uno con la variante delta (ex indiana), molto temuta per la velocità di contagio.

Ats riferisce anche che i dodici positivi al Sars-Cov-2 sono tutti in isolamento e di avere fatto la richiesta di sequenziamento per tutti. A parte per la persona positiva con variante delta, per gli altri undici si è in attesa dei risultati di laboratorio. Infine, uno dei casi è stato ricoverato mentre gli altri vengono seguiti a domicilio.

La notizia del focolaio di covid all'interno della palestra Virgin Active di via Amadeo, zona città Studi, si era diffusa la settimana scorsa ed era stata confermata, dopo diverse sollecitazioni, da Ats Città Metropolitana di Milano. I positivi al covid (di cui uno già con due dosi di vaccino) erano stati dieci, di cui uno con variante delta, precedentemente conosciuta come variante indiana. Ats è riuscita a "tracciare" i contatti dei positivi, 140 frequentatori della palestra a partire dal 24 maggio, data di riapertura in Italia di queste strutture.

"Il brand conferma di rispettare all'interno delle proprie strutture tutte le misure igienico sanitarie previste dal governo, sia nell’allenamento individuale che nello svolgimento di classi collettive", era stato il commento di Virgin Active Italia.

Quanto è pericolosa la variante Delta: dai sintomi ai vaccini, domande e risposte sul nuovo ceppo di Sars-Cov-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focolaio in palestra: 12 i positivi di cui uno con variante Delta. Chiesto il sequenziamento degli altri casi

Today è in caricamento