Sabato, 19 Giugno 2021
Città Milano

Folle impazzisce in casa e distrugge tutto: i carabinieri devono fare irruzione

Paura per la moglie e alcuni amici presenti nell'abitazione che cercavano di calmarlo

Foto repertorio Ansa

Sarà stata la quarantena forzata, o forse chissà cosa: saranno le indagini a far luce sulla vicenda. Fatto sta che la scorsa notte i carabinieri della stazione di Melzo (compagnia di Cassano d'Adda), in provincia di Milano, sono intervenuti per una violenta lite casalinga in via Matteotti in una palazzina al terzo piano. Secondo quanto riportato dalle forze dell'ordine, un 40enne domenicano, inquilino dell'abitazione, in stato di forte alterazione psicofisica, si era barricato in casa, danneggiando suppellettili e dando fuoco ad alcune lenzuola, per poi spegnere le fiamme autonomamente.

In casa erano presenti la moglie domenicana 25enne, due connazionali, un 44enne e un 37enne (l’affittuario) oltre a un albanese 37enne, che sono riusciti a fuggire in strada e a mettersi al riparo dalla sua furia. Non è noto perché fossero lì. Dall'esterno della casa, prima, si è cercata una mediazione per farlo tranquillizzare. Ma non ha funzionato. E così intorno alle 5 hanno fatto irruzione le Aliquote di primo intervento dei carabineri del Comando provinciale, bloccando in sicurezza il sudamericano (disarmato) senza riportare lesioni.

L’uomo risulta colpito da mandato d’arresto europeo emesso dal Gip del Tribunale di Venezia per una rapina in abitazione commessa nel Veneziano quattro anni fa. E' finito in manette anche per resistenza e lesioni personali ed è attualmente piantonato all’ospedale di Melzo in attesa di consulto psichiatrico.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle impazzisce in casa e distrugge tutto: i carabinieri devono fare irruzione

Today è in caricamento