rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Città Firenze

Forno "accusato" di usare farina di grillo: "Cartelli ovunque, ma la notizia è falsa"

Il Comune di Sesto Fiorentino tappezzato di biglietti. I titolari hanno sporto denuncia contro ignoti

Non si è trattato di uno scherzo di carnevale quello accaduto al Forno Conti, noto esercizio commerciale di Sesto Fiorentino, protagonista di una vicenda particolare. Da un giorno all'altro infatti la città si è ritrovata letteralmente tappezzata di cartelli e bigliettini che accusavano il  panificio di viale Galileo Ferraris di utilizzare la tanto chiacchierata farina di grillo per deliziare i palati dei propri clienti: "È cominciato tutto due settimane fa - racconta Patrizia, uno dei quattro titolari del negozio -. Una mattina è venuta una nostra cliente dicendoci che c'erano questi bigliettini da visita a giro, sparsi per terra e attaccati alle macchine. Alcuni erano stampati al computer, altri scritti a mano, dove veniva riportata la frase: «In questo forno viene fatto il pane con la farina di grilli e cavallette»". 

Uno scherzo di cattivo gusto? No, perché nei giorni seguenti i bigliettini hanno iniziato a moltiplicarsi per tutta la città, arrivando addirittura nella zona collinare di Monte Morello. Non sembra una carnevalata, bensì un attacco mirato al panificio da parte di ignoti: "Ci sono iniziate ad arrivare segnalazioni da più zone, quindi abbiamo capito che non si trattava di una burla. A quel punto abbiamo deciso di andare dai carabinieri e sporgere denuncia verso ignoti".

"Non riusciamo a immaginare chi possa aver realizzato tutto. Questo è un forno che esiste sul territorio da oltre 100 anni, conosciuto da tutti - aggiunge Patrizia -. Chi c'è dietro ci ha perso del tempo, sia per stamparli che per tagliarli. Sinceramente non ci sono mai state lamentele da nessuno, né da parte dei clienti né da nessun altro, quindi siamo rimasti scossi dalla situazione".

In ogni caso, la vicenda non ha minimamente influenzato l'attività del forno, che ogni mattina registra lunghe code di clienti all'esterno del negozio, disposti a fare la fila per gustare salati o dolci. Prelibatezze realizzate solo con farine tradizionali: "Non me ne voglia nessuno, ma anche se ora l'utilizzo di farina di grillo è regolare, siamo assolutamente contrari. Io per prima non mangerei gli insetti, quindi come potrei mai utilizzarne la farina per fare il pane? Sono dell'opinione che è meglio mangiare ciò che si è sempre mangiato. Anche perché in ogni caso, mi hanno detto che avrebbe anche un costo non indifferente. Chi la vuole adoperare la adoperi tranquillamente, noi siamo per la tradizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forno "accusato" di usare farina di grillo: "Cartelli ovunque, ma la notizia è falsa"

Today è in caricamento