Mercoledì, 22 Settembre 2021
Città Rimini

Morto Francesco D'Avino, il "re dello zucchero" trovato cadavere in un albergo

Francesco D'Avino, imprenditore campano dello zucchero a capo della storica e omonima azienda di famiglia, si trovava a Rimini per partecipare al Sigep, il salone internazionale dedicato ai professionisti del settore dolciario

Francesco D'Avino. Foto horecanews.it

L'imprenditore Francesco D'Avino, originario di Poggiomarino (Napoli), è stato trovato morto nella sua stanza d'albergo a Rimini. Sarà l'autopsia, disposta dal magistrato di turno, a fare chiarezza sulla morte dell'uomo, imprenditore campano dello zucchero a capo della storica e omonima azienda di famiglia. Francesco D'Avino, 48 anni, conosciuto come "re dello zucchero", era arrivato in città per seguire il Sigep (il salone internazionale dedicato ai professionisti dei settori gelateria, pasticceria, panificazione artigianale e caffè).

Morto Francesco D'Avino, l'imprenditore dello zucchero trovato cadavere in un albergo a Rimini

Al momento ancora non sono chiare le circostanze del decesso, avvenuto ieri. Sul posto è intervenuta la polizia di Stato per i rilievi di rito. D'Avino aveva ereditato lo zuccherificio di Poggiomarino da suo padre Vincenzo, portando la qualità e la quantità delle esportazioni a livelli notevoli. A lui si deve la creazione delle famose bustine personalizzate usa e getta diffuse oggi in tanti bar e ristoranti.

Sgomento in famiglia e tra i numerosi dipendenti dello stabilimento vesuviano.

Cade in una trituratrice di mangimi: morto imprenditore

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Francesco D'Avino, il "re dello zucchero" trovato cadavere in un albergo

Today è in caricamento