Venerdì, 26 Febbraio 2021
Palermo

Il fruttivendolo incastrato dalle telecamere che dovrà pagare 26mila euro di multa

Anziché fare la differenziata smaltiva i rifiuti in periferia. Per lui è scattata una maxi sanzione

Un lancio immondizia ripreso dalle telecamere della Rap

Un fruttivendolo del quartiere Libertà, a Palermo, ha "collezionato" 26 mila euro di multe per conferimento illecito di rifiuti. Anziché fare la differenziata, avendo un'attività commerciale nell'area del "porta a porta", smaltiva (si fa per dire) l'immondizia in periferia. E quando riempiva i cassonetti fino all'orlo non si faceva scrupolo di lasciare gli scarti di frutta e verdura per terra.

A stanarlo le telecamere fatte installare dalla Rap (Risorse Ambiente Palermo), che lo hanno ripreso 5 volte alle 5,30 del mattino mentre svuotava un intero camioncino (a volte assieme ad alcuni dipendenti) nei pressi di uno dei 7 siti, su circa 130 censiti da Rap, dove quotidianamente si formano delle discariche abusive. Negli "obiettivi sensibili" sottoposti a videosorveglianza - da via Galletti a Sferracavallo, passando per la circonvallazione - sono stati incastrati anche tantissimi "pendolari" dei rifiuti.

Le immagini - passate al setaccio dalla polizia municipale - hanno portato a 983 contestazioni di illeciti amministrativi e 24 illeciti penali a carico di imprese e 15 denunce alla Procura; su altri 9 episodi si stanno ancora facendo indagini. 

Diversi gli illeciti rilevati: c'era chi lanciava il sacchetto d'immondizia dalla bici o dal finestrino dell'automobile e chi conferiva fuori orario o fuori dai cassonetti; e ancora chi abbandonava rifiuti pericolosi o speciali. I trasgressori si vedranno recapitare a casa in questi giorni una o più sanzioni da 166 a 1.200 euro. Tra questi ci sono oltre duecento recidivi, in massima parte imprese o a trasportatori d'ingombranti.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il fruttivendolo incastrato dalle telecamere che dovrà pagare 26mila euro di multa

Today è in caricamento