Domenica, 21 Luglio 2024
Città Trieste

Trieste, uccide il marito con una coltellata all'addome

Un uomo di 73 anni, Fulvio Visintin, è stato trovato morto nel suo appartamento in via dei Vigneti a Servola, rione storico di Trieste. La moglie l'avrebbe colpito durante una lite

Un uomo di 73 anni, Fulvio Visintin, è stato trovato morto nel suo appartamento nel tardo pomeriggio di domenica 1 aprile, in via dei Vigneti a Servola, rione storico di Trieste. La moglie ha confessato il delitto.

La vittima è Fulvio Visintin

In base alle prime informazioni disponibili, gli agenti di Polizia hanno trovato l’uomo nel salotto della sua abitazione con una profonda ferita all'addome, procurata da un coltello. Sul posto sono intervenuti anche il medico legale Fulvio Costantinides e la Polizia Scientifica. Lunedì è stata fermata la moglie della vittima, di 69 anni. Gli avrebbe strappato il coltello dalle mani, arrabbiata per l'ennesima lite e sentendosi minacciata, e lo ha colpito al petto con la stessa arma.

La nota della Questura

Scrive la Questura di Trieste: "Nella nottata odierna (fra domenica 1 aprile e lunedì 2 aprile ndr) è stata sottoposta a fermo da parte del Sostituto Procuratore della Repubblica, C.L. classe 49 ritenuta responsabile dell’omicidio del marito. La donna che ha dapprima fornito una ricostruzione di comodo dei fatti occorsi all’interno delle mura domestiche, apparsa da subito non sostenibile per le numerose contraddizioni fornite nel corso dei vari ascolti, messa dagli investigatori della Squadra Mobile più volte di fronte all’incalzante evidenza degli elementi oggettivi che riconducevano ad un suo netto coinvolgimento, ha infine ammesso la sua responsabilità relativa all’accoltellamento del marito".

Secondo le ricostruzioni la coppia, in crisi da diversi anni, ha litigato per "futili motivi". L'alterco è culminato nella coltellata, in seguito alla quale la moglie ha contattato il Pronto soccorso. Vani tutti i soccorsi.

"Gli accertamenti successivi - continua la Questura - sono stati eseguiti dal personale della Squadra Mobile e coordinati dal sostituto Procuratore della Repubblica di turno intervenuto sul posto che, all’esito della confessione, ha disposto il fermo della donna in regime di arresti domiciliari. Eseguito il sopralluogo tecnico della scientifica, rinvenuta l’arma del delitto, un coltello da cucina recante ancora vistose recante tracce ematiche, l’appartamento è stato sottoposto al vincolo del sequestro".

La notizia su TriestePrima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste, uccide il marito con una coltellata all'addome
Today è in caricamento