Giovedì, 29 Luglio 2021
Città Venezia

Palloncini rosa e lacrime per la piccola Maria, la neonata trovata tra i rifiuti

Oltre duecento persone hanno partecipato ai funerali a Musile. A farsi carico economicamente della cerimonia è stato il Comune

C'erano oltre duecento persone nella chiesa di Musile di Piave dove si sono svolti i funerali di Maria, la neonata di dieci giorni ritrovata tra i rifiuti in una ditta specializzata della zona. Presenti anche i rappresentanti dell'amministrazione comunale, i dirigenti dell'Ecopatè di via dell'Artigianato da cui tutto è iniziato, ma soprattutto tanti semplici cittadini dallo sguardo commosso, che però un'ora hanno regalato ciò che la piccola Maria, un nome scelto non a caso proprio dai cittadini, probabilemente non ha mai provato. 

"Anche se diventiamo oggetto di rifiuto, Maria non ci abbandonerà - ha dichiarato il parroco del paese, don Flavio Zecchin, durante l'omelia - Questa piccola vita possa trovare in Lei l'amore di una mamma che non ha avuto in questa terra, possa sperimentare la bellezza di un'accoglienza che qui non c'è stata".

Al momento dell'uscita del feretro sono volati in cielo decine di palloncini rosa, mentre i sindaci di Musile, Silvia Susanna, di San Donà, Andrea Cereser, e di Eraclea, Mirco Mestre, si sono fermati sul sagrato assieme a tutti gli altri. C'erano anche i carabinieri della compagnia di San Donà, con il capitano Dario Russo.

L'amministrazione comunale ha avuto il via libera per la celebrazione delle esequie dopo l'autopsia. È stato il Comune a prendersi carico, economicamente, della cerimonia. Solo gli esami istologici permetteranno di capire le cause del decesso della piccola, e se fosse stata ancora in vita quando è stata abbandonata in mezzo ai rifuiti.

La notizia su VeneziaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palloncini rosa e lacrime per la piccola Maria, la neonata trovata tra i rifiuti

Today è in caricamento