Martedì, 28 Settembre 2021
TORINO

In mille ai funerali del piccolo Giovanni, il neonato che nessuno ha voluto riconoscere

A Settimo Torinese l'ultimo saluto al neonato abbandonato in strada dalla madre

"Sei stato un grande, Giovanni. Sei rimasto con noi pochi minuti e hai generato una quantità di amore incredibile". Sono queste le parole con cui  don Luciano Piras, cappellano dell'ospedale, ha dato l'ultimo saluto a Giovanni Di Settimo, il neonato abbandonato in strada dalla mamma a Settimo Torinese e morto in ospedale poco dopo.

Le celebrazioni si sono svolte nella chiesa San Pietro in Vincoli. In tantissimi erano presenti ai funerali del piccolo. Valentina Ventura, la donna che lo ha partorito, gettato in strada e abbandonato si trova attualmente in carcere con l’accusa di omicidio. Lei non lo ha riconosciuto e nemmeno il presunto padre ha voluto dargli il suo cognome (edit: dall'esame del dna è poi emerso che l'uomo non è il padre del bambino).

Un abbandono che la comunità non ha potuto accettare e ha reagito donando al neonato un nome e organizzando i funerali. La piccola bara bianca coperta di rose è entrata in chiesa accompagnata dal primo cittadino e dal comandante della compagnia dei carabinieri di Chivasso. Nel corso delle esqeuie è stata detta una preghiera anche per la famiglia del piccolo, assente alla cerimonia. "Siamo tutti colpiti e feriti - ha detto il parroco di Settimo, secondo quanto riferisce l'Ansa - ci vuole giustizia ma la vedetta non fa parte del messaggio di Gesù". 

La notizia su TorinoToday
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In mille ai funerali del piccolo Giovanni, il neonato che nessuno ha voluto riconoscere

Today è in caricamento