Giovedì, 25 Febbraio 2021
Napoli

"È nata mia figlia". E fa esplodere una batteria di fuochi d’artificio in piena zona rossa

Denunciato un 27enne a Torre Annunziata. Sanzionati anche diversi curiosi che erano in strada a "godersi lo spettacolo"

Foto di repertorio

Per festeggiare la nascita della figlia ha deciso di dare il via ad un vero e proprio spettacolo pirotecnico, ma gli è andata male. A Torre Annunziata (Napoli) i carabinieri hanno denunciato un 27enne incensurato del Rione Provolera per accensione pericolosa di fuochi d’artificio in pieno centro abitato. Cento i fuochi esplosi in più batterie in Via Parini per festeggiare la nascita della bambina. Un vero e proprio show, a cui peraltro hanno assistito anche altre persone. Un comportamento tanto più "a rischio" visto e considerato il fatto che la Campania è anche zona rossa, vista e considerata la delicata situazione epidemiologica.  Alcuni dei curiosi presenti sono stati sanzionati per la violazione delle norme anti-contagio, mentre il 27enne potrebbe dover rispondere anche di disturbo di quiete e messa a rischio dell'incolumità pubblica. Sempre a Torre Annunziata è stato chiuso anche un bar il cui titolare è stato sorpreso ad effettuare attività di ristorazione diversa dall'asporto.

Controlli a raffica anche nella vicina Castellamare di Stabia, dove nella notte sono state identificate 33 persone. Nove contravvenzioni al codice della strada. Sanzionati anche nove cittadini che, in giro nonostante le limitazioni imposte dalle recenti normative anti- contagio, non avevano un valido motivo per essere in strada.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"È nata mia figlia". E fa esplodere una batteria di fuochi d’artificio in piena zona rossa

Today è in caricamento