rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Città Bologna

Il finto abbraccio, poi il furto del Rolex: anziani ancora nel mirino

In manette marito e moglie, di origine romena. Otto i colpi che avrebbero messo a segno tra Bologna e Firenze. Ricco il bottino: orologi del valore compreso tra diecimila e 110 mila euro

Un finto abbraccio, una banale domanda: "Scusi, che ore sono?". Così marito e moglie avvicinavano le loro prede e in pochi secondi portavano via preziosi orologi Rolex. Nel mirino soprattutto anziani, in alcuni casi anche picchiati senza alcuno scrupolo. I colpi - otto - sono stati messi a segno tra Bologna e Firenze. Le manette sono scattate per una coppia di origine romena. 

Sempre ricco il bottino: dai diecimila ai 110 mila euro il valore degli orologi rubati. L'ultimo episodio, dopo il quale sono scattate le manette, è avvenuto a Crespellano, nel Bolognese. Una signora, che era in macchina insieme al marito invalido al 100%, è stata avvicinata con la scusa della richiesta dell'ora. Quando si è accorta che stava per essere derubata dell'orologio ha tentato di ritrarre il braccio, ma è stata colpita la testa e strattonata al punto da riportare la frattura del braccio e di un dito. I due aggressori sono stati bloccati da agenti della polizia, che hanno anche recuperato la refurtiva: un Rolex del valore di 110mila euro.

La coppia è considerata responsabile di aggressioni analoghe: due a Bologna, tre a Casalecchio di Reno e due a Firenze, avvenute tra febbraio e giugno 2021. Standard il modus operandi: la donna si avvicina a persone ultraottantenni fingendosi una parente o una conoscente, poi chiede l'ora per poter vedere l'orologio. A quel punto con una scusa abbraccia la vittima e la rapina, per poi fuggire a bordo di un'auto guidata dal complice. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il finto abbraccio, poi il furto del Rolex: anziani ancora nel mirino

Today è in caricamento