Domenica, 18 Aprile 2021
Venezia

Rubano la barca ma un "piccolo particolare" li tradisce: ladri fermati dopo 100 secondi

Ci hanno messo un minuto e mezzo, 100 secondi per la precisione, gli agenti della squadra volanti a fermare tre ragazzi e il padre di uno di loro dopo il furto di una barca a Veenzia

Venezia prima di un temporale, foto ANSA

Probabilmente uno dei furti di natanti più breve della storia. Ci hanno messo un minuto e mezzo, 100 secondi per la precisione, gli agenti della squadra volanti della questura di Venezia a fermare tre ragazzi e il padre di uno di loro dopo il furto di una barca. 

I ladri non sapecvano che l'imbarcazione era dotata di un gps. La segnalazione è arrivata al 113 da parte del proprietario dell'imbarcazione. Il segnale indicava che la barca si trovava probabilmente nel canale Osellino, a Mestre. La sala operativa ha immediatamente girato la nota alle volanti che si trovavano in zona e in soli 100 secondi le pattuglie hanno rintracciato il natante segnalato e bloccato le quattro persone a bordo,che stavano togliendo il motore per installarne un altro. Inevitabile la denuncia per ricettazione: la barca è stata poi restituita al proprietario.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano la barca ma un "piccolo particolare" li tradisce: ladri fermati dopo 100 secondi

Today è in caricamento