rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Furti / L'Aquila

Ladri ripuliscono una chiesa: rubati oggetti in oro

Importante il bottino: quattro calici, due pissidi e tre patene per le ostie. Domani il parroco e il diacono celebreranno una "liturgia di riparazione" per la profanazione avvenuta nel luogo sacro.

L'AQUILA. Incuranti del luogo di culto, dei ladri hanno fatto irruzione nella chiesa di San Pietro Apostolo in Pagliare di Sassa (L'Aquila) e hanno rubato diversi oggetti sacri in oro.

A rendere testimonianza dell'accaduto è stato il parroco, monsignor Nestore Mattei, che subito ha allertato la Curia. La refurtiva non è da poco: sono stati rubati quattro calici, due pissidi e tre patene, tutte oreficerie inventariate e registrate nell'ambito della recente Visita Pastorale dell'Arcivescovo, e pertanto tracciabili sul territorio come l'intero patrimonio storico-artistico di pertinenza ecclesiastica.

I malviventi, sperando forse di trovare altri oggetti di oreficeria all'interno del tabernacolo, hanno divelto lo sportello utilizzando la testa di un martello. All'interno era custodita la pisside contenente le ostie consacrate, che i ladri hanno provveduto a lasciare in quanto priva di evidente valore storico, profanando però la custodia eucaristica.

Non sono state asportate parti più consistenti del ricco patrimonio di beni artistici della Chiesa (tele, sculture, piccoli arredi), così come verificato dall'Ufficio Beni Culturali e Patrimonio dell'Arcidiocesi, intervenuti sul luogo dell'accaduto, grazie al sistema informatizzato messo a disposizione dalla Conferenza Episcopale Italiana.

Domenica, durante la messa domenicale della Solennità del Signore delle 11, il parroco Mattei, coadiuvato dal diacono Giovanni Tomei, celebrerà una 'liturgia di riparazionè per la profanazione avvenuta nella chiesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri ripuliscono una chiesa: rubati oggetti in oro

Today è in caricamento