Domenica, 16 Maggio 2021
Si chiama Gabriel Fantoni / Aosta

Elena Serban Raluca: il 36enne arrestato per l'omicidio della escort ad Aosta

Gabriel Fantoni è accusato di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà. Aveva precedenti per tentata violenza sessuale

Gabriel Falloni, trentaseienne residente in Valle d'Aosta, è stato arrestato nella serata di ieri dalla polizia con l'accusa di aver ucciso Elena Serban Raluca, la 32enne cittadina romena trovata sgozzata in un alloggio del centro storico. L'uomo è accusato di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà. La Squadra mobile ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa su richiesta del pm Luca Ceccanti. Falloni aveva lasciato la Valle d'Aosta dopo il delitto ed era stato in varie città, tra cui Genova. 

Elena Serban Raluca: il 36enne arrestato per l'omicidio della escort ad Aosta

Falloni, originario di Sorso (Sassari), con precedenti per tentata violenza sessuale (era stato condannato a 4 anni di carcere) si era allontanato dalla Valle d'Aosta dopo l'omicidio di Elena Raluca Serban e si era rifugiato a Genova, da dove probabilmente ha cercato di rientrare in Sardegna. La polizia era sulle sue tracce già da giorni. La condanna risale a fatti di sette anni prima, quando aveva cercato di violentare una ragazza adescata su Facebook con la promessa di un posto di lavoro. Durante il processo erano emerse altre due denunce da parte di due prostitute picchiate e rapinate dopo un rapporto sessuale. 

L'omicidio è avvenuto tra il pomeriggio e la serata di sabato, come stabilito dal medico legale. Non c'era alcun segno di effrazione sulla porta dell'alloggio, al primo piano di un palazzo di viale Partigiani, segno che la vittima ha aperto al suo carnefice che conosceva o quantomeno con cui aveva un appuntamento. È stata aggredita alle spalle ed è morta a causa di una profonda ferita alla gola. La donna risultava residente ancora in provincia di Lucca (dove viveva con la madre e la sorella) anche se ha lasciato la cittadina toscana nel 2015. La famiglia è originaria di Galati, nell'est della Romania, quasi al confine con la Moldavia e l'Ucraina. 

Elena, racconta oggi La Stampa, girava le città, viaggiava in Europa. Era stata a Londra, Zurigo, Milano. Prendeva un appartamento e metteva l’annuncio, riceveva i clienti, poi cambiava indirizzo. Era arrivata da tre settimane a lavorare in una casa di Viale Partigiani, nella prima periferia di Aosta, quando è stata ammazzata. «Bambolina Elena, molto dolce e paziente, fisico mozzafiato. Ti aspetta a Aosta. Comodo parcheggio zona Ovs", recitava il suo ultimo annuncio. 

Le 13 regioni verso la zona gialla con il decreto riaperture dal 26 aprile

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elena Serban Raluca: il 36enne arrestato per l'omicidio della escort ad Aosta

Today è in caricamento