Giovedì, 23 Settembre 2021
Città Brescia

Operaio sequestrato da uomo armato e portato nei boschi: sono ore di paura

Un operaio di 45 anni, di casa a Gavardo (Brescia), è stato sequestrato nella notte tra martedì e mercoledì da un uomo armato. Ricerche a tappeto in una vasta area impervia

Sono ore di paura. Un uomo è stato sequestrato nella notte di martedì 15 gennaio, nel bresciano, nei pressi di Gavardo. Il sequestro è stato confermato dai carabinieri di Salò, che stanno indagando su quanto accaduto e per tutta la giornata di ieri hanno battuto la zona, finora senza esito. L'uomo sarebbe stato sequestrato da un altro uomo armato e portato nei boschi di Gavardo.

Gavardo, operaio sequestrato fuori dall'azienda

L'operaio di 45 anni, Mirko Giacomini, di casa a Gavardo, è stato sequestrato nella notte tra martedì e mercoledì da un 37enne cittadino marocchino, A.H., regolare sul territorio italiano. Il sequestratore sarebbe armato di una pistola e si sarebbe diretto, insieme alla vittima, in una zona boschiva tra Gavardo e Villanuova Sul Clisi. I carabinieri gli hanno dato la caccia per tutta la giornata, ma le ricerche, per ora, non sono andate a buon fine.

Operaio rapito, parla la mamma: "Vivo nell’angoscia, chissà di cosa è capace quell'uomo"

Il "sequestratore" si sarebbe presentato nel piazzale di una ditta di Muscoline dove lavora il 45enne, attorno alla mezzanotte. Tra i due ci sarebbe stato un accesso litigio, poi il 37enne avrebbe puntato una pistola contro l'operaio e lo avrebbe obbligato a salire in auto. 

Non si trovano né sequestrato né sequestratore

Le forze dell'ordine sono state allertate da un collega del 45enne, che ha assistito a tutta la scena. Le ricerche si sono concentrate nella zona tra Gavardo e Muscoline, dove sarebbe stata vista per l'ultima volta l'auto con a bordo il nordafricano e l'operaio di Gavardo. Si esclude che che dietro il rapimento ci sia la richiesta di denaro, bensì motivi personali. Secondo quanto riportato dalla Stampa, in base alle prime informazioni raccolte, il rapitore sarebbe convinto che l’operaio abbia una relazione con la sua compagna, una donna che vive nella zona. Avrebbe quindi maturato il folle piano. Nessuna traccia dei due da quasi 36 ore.

Soprazocco di Gavardo, ricerche a tappeto

Dall’alba di oggi l'intera area è ulteriormente setacciata con maggiore intensità. La zona di Soprazocco di Gavardo, dove è avvenuto il sequestro e dove potrebbero nascondersi i due uomini, è una vasta area disabitata particolarmente fitta e impervia. Nei boschi della zona scomparve nel nulla lo scorso 19 luglio la piccola Iuschra Gazi, la dodicenne di origine bengalese, mai più ritrovata.

Scompare in gita, 300 persone alla ricerca di Iushra: la Procura apre un'inchiesta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio sequestrato da uomo armato e portato nei boschi: sono ore di paura

Today è in caricamento