rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Città Napoli

Buttati fuori casa perché gay: Francesco e Giuseppe ora dormono per strada

Le rispettive famiglie non hanno accettato la loro relazione: a rendere nota la storia è l'Arcigay di Napoli

NAPOLI -Da dieci giorni Francesco e Giuseppe, due ragazzi del napoletano di 18 e 20 anni, sono stati messi fuori casa perché le rispettive famiglie non hanno accettato la loro relazione: per circa una settimana i due ragazzi hanno dormito in strada. A rendere nota la storia è l'Arcigay di Napoli.

Antonello Sannino, presidente del Comitato Provinciale Arcigay di Napoli, ha fatto sapere: "Da qualche giorno sono provvisoriamente nostri ospiti e assistiti dai nostri sportelli. Il Comune di Napoli e la delegata alle Pari Opportunità Simona Marino hanno da subito mostrato grande attenzione alla nostra richiesta di aiuto, ed insieme stiamo cercando la soluzione migliore per alloggiare i due ragazzi e per avviarli ad un percorso di inserimento lavorativo".

Sannino chiede ora alla "comunità lgbt e alla cittadinanza tutta il massimo sostegno. Stiamo avviando tutte le procedure per attivare la casa di accoglienza per le persone lgbt vittime di discriminazioni, entro fine anno".

La notizia su Napoli Today

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buttati fuori casa perché gay: Francesco e Giuseppe ora dormono per strada

Today è in caricamento